Quei migranti li hai uccisi anche tu.

migrante-bambino

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea che con le armi e con le guerre ha esportato anarchia e caos per gli interessi dei suoi burattinai, costringendo i disperati a fuggire via mare.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea che invoca “più Europa” per salvare se stessa, ma risponde “più Italia” a chi gli chiede aiuto per salvare vite umane.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea, che ha previsto solo fondi salva banche ma che lascia affondare barconi carichi di esseri umani perché il fondo salva vite non è stato previsto.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea i cui veri e sconosciuti padri fondatori, avevano già previsto che saremmo stati invasi senza muovere un dito perché il loro obiettivo era distruggere le identità nazionali per conseguire la superiorità ed il controllo delle elite.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea che annienta le sovranità nazionali per salvare i propri interessi e poi lascia ai singoli paesi gli oneri e le responsabilità di salvare vite umane.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea che ha bisogno di crisi, disoccupazione e schiavi provenienti dalla disperazione per creare tensione sociale e poter continuare indisturbata a rubare diritti e democrazia con la scusa dell’emergenza.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea guidata da spietati tecnocrati non eletti, che rispondono solo ai potentati finanziari e alle multinazionali per le quali l’uomo è merce. L’uomo è un numero.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea che propone di affondare i barconi come se quei relitti arrugginiti fossero la causa di quelle fughe disperate e non soltanto il mezzo. Quella stessa Unione Europea che però, non ha mai permesso che ad affondare fosse una di quelle banche che ha creato disastri con le speculazioni.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea che ha adottato una moneta senza patria e senza stato che viene iniettata come endorfina sui mercati ma lascia scoperte le nostre coste e i nostri comuni.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu cittadino di una Unione Europea governata dai membri di organizzazioni sovranazionali che i popoli li disprezzano, le costituzioni vogliono stracciarle e le democrazie non le ritengono applicabili e che hanno reso i nostri stessi paesi dei barconi di disperati.

Eppure non hai detto nulla.

Quei migranti li hai uccisi anche tu che oggi inorridisci davanti a quelle immagini in tv ma domani avrai già cambiato canale.

Quei migranti li hai uccisi anche tu che oggi invochi l’accoglienza purché rimangano sempre tutti lontano dal tuo orto.

Quei migranti li hai uccisi anche tu col tuo finto moralismo, dando del razzista a chi sostiene che la soluzione vada trovata nel loro paese e non nel nostro ma poi cambi strada se incroci un extracomunitario.

Quei migranti li hai uccisi anche tu con il tuo silenzio con la tua ipocrisia.

Francesco Amodeo

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

5 thoughts on “Quei migranti li hai uccisi anche tu.

  1. Io no perché da anni scrivo che c’è il piano Kalergi che vuole trasferire i popoli africani in Europa…

    Inviato da iPhone

    >

  2. Ciao, scusa ma stavolta non ho capito bene il senso dell’articolo; volevi dire che i disoccupati greci (ma anche italiani) cittadini europei che stanno morendo di fame, sono sfrattati dalle loro case e si stanno per suicidare devono sentirsi in colpa per le stragi di africani volute da un’elite assassina europea e USA? E perché tali disperati disoccupati greci e italiani cittadini europei dovevano sentirsi in colpa? Dovevano capire prima in che dittatura erano? Ma non tutti in questa dittatura mediatica hanno le competenze e le lauree per capire come ad esempio Bagnai! E perché, dato che dobbiamo attribuire per forza colpe, non lo hanno capito prima i disperati africani e non hanno evitato di raggiungere le nostre coste?? Dirai, avranno visto la propaganda delle nostre TV Europee, ma questa propaganda è la stessa propaganda che vede quotidianamente un greco, in italiano, un tedesco ecc.

  3. Qui in Europa, a parte i PIDDINI di tutte le nazioni che non vogliono capire perché non hanno interesse a capire, molta gente vive in un mare di problemi quotidiano, con lavori senza diritti, oppure disoccupata, con continue preoccupazioni, ma molti non hanno l’educazione per capire cosa sta accadendo, non hanno fatto corsi di economia all’università e non conoscono le teorie economiche, non hanno le basi per capire perché la scuola pubblica non insegna ed è sempre di più sottofinaziata, così si allevano persone semianalfabete, quindi non è una colpa della “gente” europea se non capisce le analisi di Bagnai, perchè non hanno gli strumenti; quello che può arrivare a capire la “gente” piena di affanni e di problemi e poco istruita è al massimo che c’è il politico ladro, oppure la CORRIZZZIONE, come molti grillini; il fatto di accusare questa gente di non capire e non ribellarsi, a parte, lo ripeto, le persone in malafede e i PIDDINI che hanno interesse a non capire, per me è sinonimo di visione elitaria e moralista che dall’alto in basso giudica senza mettersi nei panni degli altri; questo giudizio non aiuta nessuno ad andare avanti; per andare avanti invece è necessaria molta pazienza, armarsi di buona volontà e cercare di divulgare informazioni complesse, come le analisi economiche, nella maniera più semplice, di modo che anche gli umili possano capire; e ricorda che se poi non capiscono,prima di accusare loro, magari chiediti se glielo hai spiegato bene tu questo lager continentale che stanno costruendo

  4. Grazie Francesco. niente da aggiungere e commentare. hai già detto tutto quello che c’era da dire. resta solo da fare……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...