Mondo delle favole contro Mondo reale. Prima puntata: Signoraggisti e auritiani.

bank

Il mondo delle favole (ma giusto) dei signoraggisti e degli auritiani:

Siamo per la proprietà popolare della moneta, non devono esistere titoli di Stato ne banche private perché la moneta è del popolo ed al massimo può esistere una sola banca nazionale ad azionariato popolare dove ogni cittadino italiano ha una azione che conserva dalla nascita alla morte.

Non devono più esserci debiti verso istituti finanziari, quello che già è stato fatto diventa debito detestabile e quindi non lo paghiamo, vogliamo la chiusura delle sedi della BCE del FMI e di tutti gli altri organismi finanziari.

Questa teoria è in assoluto la più giusta di tutte, chi potrebbe avere solo una virgola da obiettare ad un sistema del genere che mette al centro l’uomo, la giustizia sociale, la dignità, la vita, mandando invece Ko la finanza speculativa, gli spietati membri del cartello finanziario; gli interessi dei potentati bancari,  le lobbies che c’hanno tolto tutto.

 La realtà:

Il cartello finanziario che i signoraggisti/auritiani aspirano giustamente ad annientare è parte integrante del cartello farmaceutico/alimentare, parte integrante del cartello petrolchimico e parte integrante del cartello militare. Non è una teoria del complotto, vi basterà stampare gli organigrammi delle multinazionali e dei conglomerati bancari in questione per accorgervi che tutto è riconducibile sempre agli stessi personaggi e alle stesse organizzazioni. In pratica questi signori hanno in mano tutto quello che vediamo e tocchiamo da quando ci svegliamo la mattina a quando andiamo a dormire e questo non è che avviene da qualche anno ma dalla notte dei tempi. Hanno fomentato guerre, rivoluzioni, attentati, crisi economiche ma hanno gestito anche accordi di pace, armistizi, boom economici, scoperte scientifiche. Hanno gestito, in pratica, tutto ed il contrario di tutto ma sempre e solo per due unici motivi: Il profitto ed il potere.

Molte sono state le persone nella storia che hanno provato ad opporsi a questo sistema perché erano nelle condizioni di poterlo fare. Non faccio nomi per non alimentare teorie complottiste (ma tanto li conoscete bene) e sono stati letteralmente polverizzati.           Tanti sono stati anche quelli che si sono opposti a questo sistema ma senza avere i mezzi o la posizione per poter incidere in un reale cambiamento ed a loro è stato riservato, per questo un destino meno cruento. Li hanno lasciati, gridare, scrivere, denunciare, lottare,  guardando spesso le loro gesta con ilarità e scherno.                                                            C’è qualcuno tra questi che grazie alla perseveranza e alla efficacia delle proprie tesi è anche riuscito ad attirare le attenzioni suscitando un velo di preoccupazione, fortunatamente per lui non tale da spingere i suoi rivali a neutralizzarlo. E’ questo il caso di Giacinto Auriti, per esempio, (ma anche di molti altri) , un grande uomo, una grande teoria, una grande preparazione, che però il sistema riteneva assolutamente irrilevante e per questo gli hanno permesso di continuare la sua opera fino al giorno della sua morte (per cause naturali). Certo qualche funzionario locale gli ha provato a mettere i bastoni tra le ruote in più occasioni e questo fa onore alla sua battaglia, ma poca roba. Un dato è certo, Auriti con tutte le capacità che gli vanno attribuite,  non ha cambiato il paese, ne il sistema monetario, ne è riuscito ad applicare la sua stessa teoria non per demeriti suoi (era un grande) ma perché la sua teoria sulla proprietà della moneta non è mai stata applicata in nessuna parte del mondo occidentale. Nessun paese moderno (e non) ha mai avuto la proprietà popolare della moneta; neanche la repubblica popolare cinese, figuriamoci un po’.  Non perché non sia una teoria giusta ma perché è troppo giusta per un mondo ingiusto.

Se noi vogliamo raccontarcela tra di noi sul web e ricordare Auriti parlando al bar con gli amici, la cosa ci fa onore e rendiamo omaggio ad un grande uomo, ma se vogliamo parlare di real politik, proporre soluzioni per cercare di arginare li dove possibile il potere di questi potentati, incidere a livello politico e dare soluzioni concrete, noi questa teoria ce la dobbiamo dimenticare.

Il compromesso tra sogno e realtà.

Fin quando si è incudine (e vi assicuro che lo siamo ancora e dipende da noi per quante generazioni lo saremo ancora) ci sono compromessi che vanno raggiunti se si vuole lavorare al cambiamento concreto, altrimenti si resta sognatori del nulla, utopisti che smanettano sul web e nel peggiore dei casi fobici complottisti (che è ben diverso dai complottisti con ragion di causa.)

La nostra ambizione, allo stato attuale delle cose, dovrebbe essere quello di rendere concreto un sistema monetario che sia a metà strada tra l’inferno (il sistema attuale) ed il mondo delle favole.

Questo vuol dire pensare ad un sistema monetario dove la moneta venga finalmente accreditata ai cittadini e non addebitata. Dove la moneta sia la nostra ricchezza e non il nostro debito. Ma non possiamo pensare che ad emetterla siano i play mobil o i puffi perché le banche non scompariranno mai (purtroppo) perché la finanza non scomparirà mai, perché i titoli di Stato, probabilmente (aihime) non scompariranno mai. Non lasceranno mai che saremo noi ad arricchirci dall’emissione della moneta ma proviamo per lo meno a fare in modo che quella moneta, una volta emessa, diventi la nostra ricchezza. Se vogliamo tutto alla fine non stringiamo niente. Questo modello, che credo sia quello della Mmt, (dico credo perché di economia non ne capisco nulla) forse non sarà etico come la proprietà popolare della moneta perché per forza di cosa implica un ruolo delle banche, della finanza ed un debito (anche se con una funzione diversa) ma per lo meno non appartiene al mondo delle favole. Per me è comunque di difficilissima realizzazione ma quanto meno su questo si può provare, c’è ragione di credere che se continuiamo ad informare con la giusta perseveranza ci sia un margine di riuscita.

Quindi vi prego, quando io scrivo il nome di un politico, di un movimento o di un partito non ve ne uscite con il solito commento del cazzo che “ non è credibile perché non parla di Auriti, di signoraggio o di proprietà popolare”. Auriti non c’è più, il signoraggio ci sarà sempre e la proprietà popolare della moneta non c’è mai stata. Prendetene atto.

Siete sul blog di una persona a cui non importa essere per forza credibile agli occhi di tutti, ma che ama essere concreto. Sempre. Qui si fa politica e contro informazione, chi vuole sentire le favolette può anche togliere il “Mi piace”….. ed è così che vissero tutti felici e contenti.

 

Francesco Amodeo

 

Annunci

6 thoughts on “Mondo delle favole contro Mondo reale. Prima puntata: Signoraggisti e auritiani.

  1. Se parti a combattere a metà strada non otterrai nemmeno quella, anzi nemmeno le briciole. Amodeo, temo tu stia diventando un politico. Inviato da iPhone

    >

    • vorrei chiedere la cortesia di la sciarmi dire che questo commento è una stronzata, primo perchè, a me risulta evidente come questo signore non abbia letto l’articolo, poi perche, se per caso l’ha letto, vuol dire che non ha capito un’acca, come si dice in Maremma: A quel punto però non si può sparare a bischero sciolto, si chiedono spiegazioni, se no, si può tranquillamente evitare di scrivere cazzate, perchè una cosa certa, è che ha fatto una “figuretta. Passando al pezzo di Amodeo, volevo solo dire che sono anni che Barnard si interessa di diffonderla la MMT, ma sono convinta tu lo sappia già, e sono contenta che tu sia venuto a far parte di queste convinzioni. Quando leggo i tuoi pezzi, rimango puntualmente estasiata, diversi anni fa, qualcuno disse a mia figlia una frase che mi lasciò perplessa per un bel pò di tempo, “vorrei sc….e il cervello di tua madre”. Quella frase è sempre rimasta lì. forse in attesa di conoscere uno come te, per onestà, mi è capitato anche con Barnard, ma con te mi piace di più. Tranquillo, non sono una stolker.

  2. Non devi dispiacerti per la tua decisione, anzi, ti ringrazio per quello che hai fatto e per come ti sei esposto!!! Spero che tanta gente intelligente e onesta vedrà i tuoi video e scoprirà la verità che ci nascondo da millenni. Purtroppo solo l’unione fa la forza. Se in futuro potranno esserci evoluzioni a riguardo sarò la prima a seguirti. In questi giorni, navigando sul web ho visto altri video del giornalista Marcello Foa altrettanto interessanti, soprattutto sull’oriente e sulle guerre manovrate sempre dalle stesse persone!Nella speranza che un giorno potranno esserci solo giornalisti che informano realmente ti saluto e ti ringrazio ancora!!! Che Dio benedica te e tutte le persone come te

  3. per quanto riguarda la sovranita’ monetaria mai esistita e mai esisterà, lascio questo riferimento : Normanno Malaguti “La Moneta debito” Ed. il Cerchio, 2012. Qui si citano 3 stati, Nord Dakota, Isole Normanne ( Guersey capitale ) Islanda.Buon Lavoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...