Prossime regionali: Unica scelta possibile è tra Lega e Cinquestelle. Ma la Lega sta facendo meglio.

2718899-salvini_grillo

L’Italia è col cappio al collo, il tempo stringe esattamente come la corda alla gola degli italiani stretta tra le mani di una minoranza di sicari della politica appartenenti al clan del Pd che riuscendo a manipolare la maggioranza della minoranza che va a votare riescono a trovarsi al governo di questo paese pur essendo espressione di una minoranza al quadrato.

Intanto la vita di milioni di persone è consegnata nelle mani di un cartello finanziario formato da organizzazioni sovranazionali che hanno il compito di sacrificare la sovranità degli stati e la vita dei cittadini sull’altare del profitto in nome del Dio denaro da essi stessi creato e poi fatto sparire.

In questa fase non servono i complottisti fobici. Quelli che vedono il marcio ovunque, per i quali sono tutti massoni, tutti parte del sistema, tutti gatekeeper, tutti infiltrati. Quelli che partendo dal mondo di merda in cui viviamo non conosco vie di mezzo ne miglioramenti progressivi ne tappe intermedie per contrastare un sistema radicato da millenni ma hanno come unica soluzione quella di dare immediatamente la moneta in mano al popolo, l’esercito in mano ai boy scout, la Nato in mano ai play-mobil, ludoteche al posto delle banche, il ritorno al baratto, macchine che camminano ad acqua ed uno stato con 60 milioni di parlamentari collegati tra di loro con 60 milioni di computer. Sono quelli più amati e supportati dal sistema stesso perché non concludono un cazzo, smanettano su un computer con degli pseudonimi da guerre stellari alla ricerca dell’infiltrato del sistema da smascherare. Niente politica. Niente proposte. Niente di niente.

In questa fase non servono neanche i fondamentalisti grillini che dai complottisti fobici hanno ereditato quasi tutto ma in più ci aggiungono una forte dose di ipocrisia che li spinge a vedere con attenzione maniacale il marcio che c’è all’esterno diventando però miopi verso quello che hanno in casa. Sono quelli per cui se va Letta al Bilderberg è un massone deviato del cartello finanziario se invece va Casaleggio all’Ambrosetti ci va per tenerli sott’occhio. Sono quelli che fino a tre mesi fa si volevano tenere l’euro ma volevano stracciare il fiscal compact ignorando che il fiscal compact ce lo impongono proprio perché siamo schiavi di una moneta non sovrana. Sono quelli che hanno voluto l’abolizione del reato di immigrazione clandestina e poi però poi smanettano su internet denunciando un piano (con molte probabilità veritiero) che si prefigge di creare in Italia un popolo di meticci che sostituisca quello italiano. Sono in continua contraddizione con se stessi perché dicono sempre tutto ed il contrario di tutto. Sono quelli che accusano Claudio Borghi di essere andato con la Lega ma non si sono mai chiesti perché il noto economista non sia stato fatto diventare parte integrante del Movimento al quale inizialmente ha dato supporto assoluto. Sono quelli che propongono Bagnai e Rinaldi alla presidenza del consiglio però poi accettano che lo stesso Rinaldi venga escluso dalle candidature penta stellate solo perché non è iscritto al movimento fin dalla notte dei tempi. Sono quelli che accusano Paolo Barnard di dire parolacce ai grillini e non si sono mai chiesti come mai il miglior giornalista d’inchiesta promotore di una teoria economica che (giusta o sbagliata che sia) è la più votata sul loro stesso blog, sia stato allontanato dai leader del movimento.  Sono quelli che non si chiedono come mai si sia aspettato di perdere le elezioni europee prima di dichiarare la volontà di uscire dall’euro pur sapendo che questa inutile attesa avrebbe fatto perdere tempo e soprattutto consensi.

Oggi al paese servono i Cinquestelle pensanti (per fortuna sono tanti)  ma che sono purtroppo vittime della frangia estremista del loro stesso Movimento che da mesi fa di tutto per perdere consensi. Servono quei pentastellati con i contro coglioni che purtroppo si vedranno il movimento implodere tra le mani se non saranno in grado di imporsi ed emergere.

Sono quelli che devono capire che nella battaglia contro l’euro devono unirsi con chi di quella battaglia ha fatto per prima la loro bandiera. Il mondo antisistema o si unisce o si autodistrugge. Non può esistere la Lega, il cinque stelle, i sovranisti o si crea una sinergia o si resta irrilevanti. Ma per fare questo bisogna una volta per tutte smetterla di lasciarsi ipnotizzare dalle sirene incantatrici della frangia dei complottisti fobici o di quella dei fondamentalisti a cinque stelle. Per combattere il sistema, nel sistema bisogna penetrare, passando per il fango mettetevelo bene in testa. I nemici si contano oggi per quello che vogliono fare domani e non per quello che hanno fatto ieri. Altrimenti sono tutti nemici e bisogna solo battere in ritirata. Nessuno è perfetto. Ma ora dobbiamo diventare operativi, salvare il salvabile. Unire ma non dividere. Dobbiamo essere perfettibili ma non perfetti perchè non c’è tempo per guardare al dettaglio che non ci piace della scialuppa di salvataggio di un paese che affonda.

Io mi rivolgo ai Cinquestelle, quelli che si sono dimostrati dei veri cani da guardia in Parlamento e mi rivolgo alla Lega che oggi porta avanti molte delle mie istanze. Da soli la battaglia contro l’euro non si vince.

Poi mi rivolgo ai fobici e ai fondamentalisti ed a loro do una brutta notizia: La Lega è stato l’UNICO partito a votare contro Fiscal Compact e Mes; è stato l’UNICO partito a subordinare il si al trattato di Lisbona ad un referendum confermativo (scoprendo quindi che purtroppo il referendum era una presa in giro. Cit. Borghi)) ed è stato L’UNICO partito in parlamento a contrastare Monti . E’ stato un parlamentare europeo della lega l’unico a farsi picchiare e arrestare fuori ad una riunione del Bilderberg ben diverso dalle passerelle in giacca e cravatta fatte poi anni dopo da altri parlamentari “anticasta”. Rammento che l’informazione politica sull’Euro fino a prova contraria l’hanno iniziata in questo paese il trio Borghi/Rinaldi/Bagnai e si è poi concretizzata solo con la Lega e il bastaeurotour di Salvini. Di cazzate ne hanno fatte e dette una miriade negli anni un po’ come tutti, ma su certe cose va fatta chiarezza.

A me personalmente non fa impazzire quello che è diventato il Cinquestelle oggi, ne mi fa impazzire quello che era la Lega fino a ieri. Non sposo in pieno neanche l’operato degli economisti anti-euro che hanno lasciato incompleta la loro battaglia denunciando l’arma del delitto ma  tacendo sugli assassini della democrazia e delle sovranità. Ma oggi non abbiamo nient’altro tra le mani ed io sono un concreto, non un utopista. O ci affidiamo a quello che c’è di buono in questi partiti o facciamo emergere quanto c’è di buono in questi movimenti o restiamo ancorati al sogno del movimento sovranista e anti-sistema, che arrivi sul cavallo bianco consegnandoci la sovranità, le chiavi dei caveau delle banche, e la stampante per fare la nostra moneta ed intanto lasciamo che nel mondo reale i soliti noti si gestiscano il potere con un paese che viene invaso, aziende che chiudono, imprenditori che falliscono, lavoratori che si suicidano e famiglie che vanno sul lastrico. Io non ci sto. Ho solo bisogno di vedere se i Cinquestelle pensanti saranno in grado di imporsi con una linea propria che prescinda dai leader e dai fondamentalisti o se la Lega sarà in grado di rinnovarsi abbandonando la matrice nordista ed i vecchi legami col sistema. Tutto il resto è noia.  Mi perdonino i fobici ed i fondamentalisti.

Francesco Amodeo

 

Annunci

15 thoughts on “Prossime regionali: Unica scelta possibile è tra Lega e Cinquestelle. Ma la Lega sta facendo meglio.

  1. Francesco fino a qualche tempo , vorrei dire qualche mese fa, ragionavi con più libertà. Adesso mi pari in pò ingabbiato., dimesso, indeciso. Insomma hai perso quella carica che fino a pochi mesi fa ti faceva volare quando parlavi. Adesso, adesso cammini più attento a dove metti i piedi che a guardare avanti. Spero no ti senta offeso da queste mie sensazioni.

      • non so come postare il mio commento, mi aggancio come mi è possibile Volevo solo fare una puntualizzazione, c’è qualcuno che ha fatto e fa nomi e cognomi dei “distruttori” Barnard è uno di questi, riportando luoghi e date dei misfatti. A volte mi chiedo perche ancora non sia stato fatto fuori, credo comunque non faccia paura solo perche in pochi lo ascoltano…. e trovo questo veramente drammatico, Ho un’età in cui si capisce perfettamente la forza dell’ignoranza e si prova un’impotenza tragica…..

  2. Ciao, io penso che il lavoro di pura ricerca dei “complottisti fobici” sia comunque utile per darci un quadro della realtà, se tale ricerca si basa sui fatti; poi credo che con l’etichetta “complottisti fobici” così generalista ti stai inimicando e escludendo dal dialogo molte persone, anche molto preparate; poi ti sei creato nella tua testa degli stereotipi, che sicuramente rispecchiano buona parte della gente, ma che non descrivono la realtà in modo sfacettato; tale superficialità ti porta a definire “complottisti fobici” anche quelle stesse persone che magari la pensano come te, cioè che sono diffidenti con i cosidetti “leader dei movimenti antisistema” ma sono molto aperti con i comuni mortali che di questi movimenti si trovano a fare parte; il dialogo con queste persone è di fondamentale importanza; per quanto mi riguarda io sono aperto a tutte le istanze e a tutte le persone di tutti i movimenti, ma sto molto attento ai leader, cioè cerco di valutarli razionalmente e non emotivamente; se alcuni di loro portano delle istanze interessanti mi sta bene, ma cerco di mantenere la mia indipendenza, questo non vuol dire che se qualche leader propone qualcosa di positivo per la popolazione io non lo debba sostenere comunque.

    • Questo lo stai dicendo tu. Io sono un complotyista e fiero di esserlo li dove per complotto si intende il piano occulto di un cartello finanziario che ha tolto sovranità e potere si popoli per i propri interessi. I complottisti fobici invece in quanto tali non sono utili a nesduna causa abzi piuttisto dannosi alla causa stessa dei complottisti in quanto sono assolutisti nelle loro tesi e troppo utopici e fuori dalla realtà nelle loro proposte.

      • Ciao, grazie per la risposta; capisco le tue ragioni, ma a me sembra comunque utile il lavoro dei cosiddetti “complottisti fobici”. Se non ci fossero stati loro ad esempio non sapremmo di certi legami di Grillo con il potere; poi ognuno potrà valutare tali legami come vuole, ma se una ricerca è basata sui fatti, per me che sono un ricercatore, è comunque una cosa positiva; naturalmente questo non deve escludere a priori il dialogo con i pentastellati, perchè non sono tutti marci; però, ti ripeto, certi “complottisti fobici” a me sono utili, e non mi permetto di giudicarli tutti allo stesso modo sotto un’unica etichetta

      • Quelli che come me hanno raccontato i legami Cinquestelle (alcuni) con i poteri forti non li ritengo fobici perché hanno raccontato collegamenti suffragati dai fatti. Chiunque unisce i puntini di eventi e circostanze dimostrando fatti censurati dai media non è fobico.

      • Ciao, grazie per questo ultimo chiarimento, difatti io non giudico chi spende tempo, magari gratuitamente, per fare ricerca perchè animato da desiderio di chiarezza e giustizia; la ricerca si fa a 360°; penso che lo ha detto anche Barnard, che diceva anche che l’informazione è fatta sovente da sostenitori di piccole parrocchie; si tratta di intenderci sui termini; se io vado a pestare il piede con dati di fatto a qualche “leader antisistema” e poi mi devo sentire etichettato come “complottista fobico” allora preferisto essere “complottista fobico”; ma ho capito che non era quello che intendevi tu. Grazie per il chiarimento

  3. “I nemici si contano oggi per quello che vogliono fare domani e non per quello che hanno fatto ieri. Altrimenti sono tutti nemici e bisogna solo battere in ritirata. Nessuno è perfetto.”

    Ottimo Francesco. Complimenti!

    Maurizio

  4. gentile francesco
    guarda che i 5s si sono alleati con farage e tu sai bene che l Inghilterra non e tenera in tema di autonomia ed luterana e rigida nelle cose pubbliche.cosa esattamente contraria nel far dell euro.anzi una cozzaglia di problemi mai risolti come la mafia la sovranita monetaria che viene affidata appunto poi a chi veramente???????? banche ma chi c e dietro a queste banche,a cosa servono i giornalisti i servizi segreti se non ci dicono queste cose??
    dicevo ora iniziera la raccolta delle firme per l uscita dall area euro
    e visto questo decisionismo di grillo la risposta sara andare ad elezioni cosi grillo non avra l ultima chance,far leva sull odio degli italiani a questa amena moneta imposta ,per avere un consenso che gli permetta di vincere le elezioni politiche successive
    la lega fa quello che puo per vivere in questa miriade di correnti partitiche
    non ha mai fatto niente in questi 25 anni se non danni al sistema democratico che cosa vuoi che faccia ora
    quando ha firmato tutti i trattati della comunita europea?
    sono coerenti con se stessi.chiacchere e chiacchere perché questo vogliono i loro elettori essere presi per culo

  5. le regionali sono state chiuse con un fallimento completo della politica italiana: l’astensionismo al 60% degli elettori dimostra chiaro che i cittadini sono saturi di promesse non mantenute e così i partiti tradizionali hanno pagato duramente lo scotto. Forza Italia ha perso tantissimi voti, come d’altra parte il PD che sta ancora in piedi soprattutto perchè si fonda sullo zoccolo duro dell’ex PCI. Tutti gli altri partitini ormai non contano più nulla. Restano M5S e Lega. La Lega ha gestito le sue battaglie contro l’Europa e l’immigrazione, che stanno portando l’Italia allo sfacelo ed è stata premiata anche perchè è l’unico partito che ha votato contro il MES e il fiscal compact. Il M5S ha tenuto più degli altri anche se le sue posizioni per quanto riguarda Europa ed euro sono sempre incerte, rimediate all’ultimo istante dalla proposta di Grillo di referendum, mentre l’elettorato non perdona loro la posizione assunta in Parlamento quando hanno votato contro il reato di immigrazione clandestina. I grillini purtroppo hanno diverse anime nel partito, la cui maggioranza la vedo di ultrasinistra e perciò non in grado di prendere posizioni più pacate su determinati argomenti, che tante volte vengono votati solo dalla rete, composta da poche centinaia o migliaia di votanti. Comunque in futuro sono queste le nuove forze che si faranno strada e che soppianteranno, se le loro politiche saranno adeguate alle necessità del paese, i vecchi partiti che non sono in grado attualmente di prendere decisioni ferme e decise né in Italia né in Europa

  6. carissimo francesco.
    ho apprezzato molto il tuo post. credo purtroppo che il vero problema sia la coscienza della gente. non si può cavare sangue da una rapa…. tocca sperare che il q.i. medio salga di qualche punto. scie chimiche permettendo.

  7. Ciao Francesco,
    sono d’accordo con te sul bisogno di maggiore pragmatismo e sulla necessità che le forze politiche e civiche che cercano di opporsi ai dictat europei si uniscano. E’ quantomai necessario
    creare un fronte comune. Focalizzare l’attenzione su ciò che ci unisce e non su ciò che ci divide.
    In fin dei conti siamo tutti italiani e come concittadini dovremmo ragionare sul da farsi.
    Ritengo che se fossimo un pò più “italiani” nonché un pò nazionalisti ( nel senso di amanti di questa nazione ) sarebbe più difficile dall’esterno imporre a noi tutti delle leggi che non condividiamo.
    Al contempo cercheremmo di acquistare prodotti nazionali proprio per favorire economicamente le nostre eccellenze. Il discorso è troppo sfaccettato per essere affrontato ora, ribadisco solamente una volta ancora che mi trovi d’accordo sulla necessità di agire in modo quanto più unitario possibile. Ci sarà poi tutto il tempo per discernere le nostre differenze. Ora cerchiamo invece di portare a casa qualche successo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...