Lettera di Amodeo agli economisti anti euro: Perché denunciate l’arma del delitto ma non l’assassino ?

bagnai borghi

Mi rivolgo agli ormai famosi economisti che stanno (giustamente) professando con energia e professionalità l’uscita dell’Italia dall’euro. Mi rivolgo a quei partiti che ultimamente hanno fatto dell’antieurismo il proprio cavallo di battaglia anche perché le due figure si stanno fondendo in vista di queste elezioni europee.                                                                  Premetto che ritengo fondamentale il lavoro da voi svolto da un punto di vista tecnico, siete riusciti a dimostrare con grafici e numeri i danni della moneta unica, siete riusciti a smascherare le menzogne degli economisti e dei disinformatori prezzolati. Avete reso chiari i vantaggi della sovranità monetaria e gli svantaggi dei cambi fissi per le economie più deboli. Avete dimostrato che dall’entrata nell’euro ad oggi tutti gli indici economici sono peggiorati per il nostro paese. E’ aumentata la disoccupazione perchè legata alla bassa inflazione imposta dai vincoli europei, è aumentato il debito pubblico perchè siamo costretti a prendere in prestito i nostri soldi e a restituirli con gli interessi, siamo vittime delle speculazioni dei mercati e non siamo più competitivi con una economia che retrocede ed una moneta che invece avanza sulle altre valute. Avete reso a tutti chiaro quello che l’euro sta facendo alla nostra economia, al nostro paese e quindi alle nostre vite.                       Ma questo non basta più. Per quanto voi siate economisti ed inclini a trattare unicamente con dati e numeri usando un approccio scientifico, questo non giustifica più il vostro silenzio sulle reali cause del problema. Chi pensa che l’euro sia stato semplicemente un errore tecnico o il frutto di scelte economiche sbagliate, chi pensa che l’euro oggi stia fallendo, mente. Mente allo stesso modo di chi dice che uscire dall’euro sarebbe un disastro. Si mente in entrambi i casi per nascondere la verità. Per mesi ho sperato nella vostra buona fede (nella quale ancora sono fiducioso) ma se non è cattiva fede è miopia ed allora questo è un mio tentativo di aprirvi gli occhi. Speravo che avreste avuto prima un approccio scientifico e poi avreste cominciato a chiedervi il perchè di tutto questo ed allora avreste capito anche voi che l’euro non è un fallimento ma la piena realizzazione del piano di chi l’ha voluto. La crisi dell’euro non è un incidente di percorso, ma un arma per soggiogare popoli e stati. Non si decide di creare una moneta unica in un area valutaria non ottimale pensando che possa funzionare. Non si decide di separare il Ministero del Tesoro dalla Banca d’Italia ignorando di aprire così alle speculazioni finanziarie. Non si può remare contro la divisione tra banche commericiali e banche speculative pensando di fare del bene all’economia reale invece che agli speculatori. Non si decide di privatizzare le banche nazionali ignorando di togliere potere agli stati. Non si decide di cedere sovranità ignorando di rendere nulle le costituzioni nazionali ed abolire le democrazie partecipative. Non si decide di aderire ad un cambio fisso con economie più forti ignorando di andare in deficit nella bilancia dei pagamenti. Non si decide di tenere l’infalzione a livelli così bassi ignorando che parallelamente schizzerà il tasso di disoccupazione. Non si decide di introdurre in costituzione il pareggio di bilancio senza sapere che si sta firmando una condanna a morte per gli stati, non si firma il fiscal compact ignorando che si sta firmando un programma di macelleria sociale non si firma il Mes ignorando che sia un ente sovranazionale con pieni poteri nato per salvare le banche e non gli stati.                                                                                                                        Chi ha firmato questi trattati, chi ha voluto la moneta unica, chi ha accettato i vincoli europei non ha sbagliato come volete farci credere voi indicandoci la luna ma invitandoci a porre l’attenzione sul dito. Chi ha firmato sapeva cosa firmava, sapeva quali sarebbero state le conseguenze, sapeva già prima quelle che voi oggi sbandierate come scoperte dell’acqua calda. Avevano già in mano i vostri grafici con i futuri indici di disoccupazione, di calo della produzione industriale, di diminuzione dei salari, di deficit nelle esportazioni, di aumento degli interessi pagati alle banche, di aumento esponenziale del debito pubblico. Sapevano già tutto ed è per questo che hanno deciso tutto da soli. Non rispondevano al popolo ma rispondevano ai potentati finanziari che da quegli indici avevano tutto da gudagnare. A voi va il merito di aver denunciato i danni che stanno causando e tutto quello che ci stanno sottraendo ma se denunciate la refurtiva senza rendervi conto del ladro che avete in casa, se fate la descrizione dell’arma ma non di chi ha sparato, il vostro lavoro sarà vano anzi dannoso perchè la gente comincerà a credere che il problema nasca dalle scelte economiche che sono state fatte, dai vincoli europei, dalla moneta unica, si creeranno le fazioni del “fuori dall’euro” e del “più europa” e anche all’interno degli anti europeisti si formaranno diverse fazioni, tra chi vuole l’uscita immediata dall’eurozona, chi bleffa e inganna i propri elettori chiedendo un referendum, chi vorrà il riconoscimento di averlo detto per prima e chi verrà accusato di averlo detto solo in campagna elettorale, chi è complice e chi si è pentito. Non potrà mai nascere un piano unitario di liberazione nazionale se non si è capito di aver subito un golpe finanziario e di essere governati dai golpisti. Allora statemi a sentire come io sono stato per mesi a sentire voi guardando le vostre conferenze e leggendo i vostri libri, ultimamente condite il tutto accompagnandovi da filosofi e ben venga la filosofia, ma ora passiamo alla concretezza, smettetela di farvela sotto di essere giudicati complottisti se per un attimo lasciate l’approccio scentifico e ragionate su dati non numerici. Io l’ho fatto per voi, sono partito dalla fine degli accordi di Bretton Woods che ha cambiato il sistema monetario mondiale, all’abolizione del Glass Steagal act sulla divisione delle banche, ho letto i nomi di chi ha voluto il divorzio tra Tesoro e Banca d’Italia, chi ha privatizzato la nostra banca nazionale, chi ha tolto al governo il potere di decidere il costo del denaro, chi ha firmato il Trattato di Maastricht cedendo la nostra sovranità, chi ha voluto il cambio lira/euro, chi ha voluto cedere il potere di emettere moneta ad un entità sovranzionale, chi ha esautorato i governi, chi ha firmato il Trattato di Lisbona causando la spoliazione della sovranità e della democrazia. Sono andato a leggere chi ha firmato il Mes, chi ha firmato il fiscal compact, chi ha introdotto in costituzione il pareggio di bilancio, il six pack. Ho preso tutti questi nomi, di esponenti americani, europei, italiani e sono andato a ricercare cosa avessero in comune. Ho scoperto che erano tutti collegati alle stesse organizzazioni. Erano tutti una grande famiglia, tutti rispondenti agli stessi diktat. Avevano tutti gli stessi burattinai con degli obiettivi chiari. Dissolvere gli stati nazionali, generare crisi economiche per sostituire i governi eletti con tecnocrati imposti dalle lobby finanziarie, annientare lo stato sociale per abbassare il costo del lavoro, annullare la produzione industriale italiana, impoverire i popoli, cedere sovranità ad entità sovranzaionali che non dovevano rispondere a nessun cittadino e a nessun governo. Non abbiate paura non è una teoria del complotto. Ho anche io i miei dati scientifici, o anche io i miei grafici e le mie slide con le prove da mostrare. Anzi se le vostre teorie economiche sono confutabili da chi ha teorie economiche opposte dato che sempre di teorie si tratta, i miei sono dati reali, sono documenti scritti, sono realtà incontrovertibili. Allora aprite le orecchie. Già vedo la faccia di Claudio Borghi storcere il naso sentendo odore di complotto. Stia tranquillo Borghi se fossi stato un complottista non mi sarei rivolto a qualcuno che è cresciuto a Piazza Affari passando per Deutsche Bank per poi finire alla Lega Nord. Apprezzo il suo lavoro a favore dei cosiddetti sovranisti ma è arrivato il momento di capire se lei ha gli attributi e la volontà di spiegare alla gente chi ha voluto tutto ciò che lei ci racconta parlando dell’euro. Tranquillizzo anche il mio idolo Alberto Bagnai non voglio parlare di gente incappucciata che cospira segretamente contro il mondo come spesso dice lei ironicamente. Queste persone di cui parlo io, non sono per nulla incappucciate, anzi, hanno una bella faccia tosta che non nascondo mai e le organizzazioni in questione non sono segrete, hanno dei loro statuti, un loro sito e delle loro liste di partecipanti. Tutti quelli che voi chiamate errori, tutte quelle che voi chiamate scelte sbagliate, tutte quelle che voi additate come causa della crisi sono state firmate tutte da esponenti di alcune lobby finanziarie come il Gruppo Bilderberg, la Commissione Trilaterale, il RIIA, il CFR, che guarda caso hanno tutti gli stessi fondatori e finanziatori, tutti i trattati europei che voi definite capestro sono nati in seno ad alcune lobby di tecnocrati e industriali come la Business Europe, la European Roundtable of Industrialists, potrei andare avanti ancora per un po ma sarebbe superfluo tanto i finanziatori e gli ideatori sono sempre gli stessi, e gli obiettivi pure ma soprattutto è unica l’ideologia distruttiva che portano avanti.                                                                                                                        Io sono andato a cercare di capire quale fosse il pensiero degli ideatori e finanzaitori di questi gruppi perchè sono dell’idea che l’anima di un’ organizzazione la si capisce solo dal respiro del proprio fondatore:                                                                                       “La sovranità sovranazionale di una elite di banchieri è sicuramente preferibile all’autodeterminazione degli stati”. “Datemi il potere di controllare la moneta degli stati e non mi importa più di chi farà le sue leggi”. “ Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la giusta crisi”. “Bisogna mettere gli stati nelle condizioni di cedere sovranità”. “Dovete stracciare le vostre costituzioni”.                                Questi sono i loro pensieri, questo è il loro obiettivo. Questo è quello che hanno volutamente realizzato usando quelli che voi definite incidenti di percorso. Confrontiamoci su questi dati, andiamo a ripercorrere gli eventi, analizziamo le liste dei partecipanti a queste organizzazioni di cui nessuno ci ha mai detto nulla e troveremo i padri fondatori dell’Europa e dell’euro, i vari Delors, Perroux, Giscard D’estaing, Attali, Kalergi, Schuman, Monnet, a proseguire il lavoro in Europa, troveremo la Merkel, Van Rompuy, Barroso, Juncker, Schultz, per l’Italia Guido Carli, Ciampi, Amato, Napolitano, Prodi, D’Alema, Monti, Enrico Letta, Draghi ed altri ancora tutti legati dallo stesso filo. Andiamo a vedere che ruolo ricoprono o hanno ricoperto questi personaggi in Italia e in Europa, che trattati hanno firmato in Italia e in Europa. Poi andiamo a leggere i documenti redatti nelle organizzazioni dalle quali provengono, i loro statuti, diamo uno sguardo alle loro relazioni e ai loro manifesti. Proviamo ad analizzare i loro scopi, le azioni che hanno messo in campo per raggiungerli ed analizziamo la situazione attuale per capire quanto sia aderente ai loro obiettivi. Quando il quadro sarà completo (e se vi scrivo è perchè quel quadro è già completo) allora dovete anche voi aprirvi ad un approccio diverso, dovete mettere in discussione le vostre idee, dovete cacciare gli attributi e spiegarlo a chi vi segue.                                                                                        Chi ha detto che per comandare ha bisogno del potere di battere moneta non ha dato un nome a quella moneta, non l’ha chiamata euro e neanche lira. A cosa serve allora continuare a dire che dobbiamo uscire dall’euro se non diciamo che contemporanemente vogliamo togliere alle persone provenienti da queste organizzazioni il potere di gestire la nostra moneta, qualunque essa sia. A cosa serve nazionalizzare le banche e metterle in mano agli stati se al governo continuiamo ad accettare esponenti dichiarati di queste lobby sovranazionali. A che serve discutere di trattati, di vincoli, se non si prende prima coscienza della necessità di liberare il paese. A cosa serve chiamarla crisi se in realtà si chiama truffa, a che serve chiamarle politiche in favore delle banche se in realtà si chiama golpe finanziario. A che serve fare appello ai popoli senza aver avuto il coraggio di spiegare al popolo stesso quello che sta subendo.                                                            Avete scritto libri, avete preparato diversi opuscoli per spiegare l’Euro e non avete saputo spendere un solo capitolo per spiegare l’euro chi l’ha voluto, dov’è stato deciso e da chi eppure il progetto iniziale parte dalle organizzazioni che vi ho appena elencato, i documenti preparatori li hanno preparati gli esponenti di quelle lobby non rappresentanti del popolo. E cosa credete che avessero preparato per noi ? Jaques Attali era uno di loro e lo ha detto chiaramente “cosa pensava la plebaglia europea che l’euro fosse nato per loro”; Anche Jean Monnet il padre universalmente riconosciuto dell’Unione Europea in un discorso del 1952 lo disse chiaramente: “Le nazioni europee dovrebbero essere guidate verso un superstato senza che le loro popolazioni si accorgano di quanto sta accadendo. Tale obiettivo potrà essere raggiunto attraverso passi successivi ognuno dei quali nascosto sotto una veste e una finalità meramente economica”.                                                          Alcuni di voi stanno consolidando carriere nella lotta all’euro non potete saltare questi passaggi fondamentali. Stessa cosa vale per i partiti, tutti pronti a cavalcare l’onda dell’antieuropeismo eppure hanno vissuto per anni naso a naso con questi personaggi, nel peggiore dei casi erano collusi nel migliore dei casi si sono fatti truffare sotto al naso.      Ora la potenza l’abbiamo perchè c’è un popolo che sta capendo che non si può trattare di errori, non si può trattare di scelte economiche e non si tratta di crisi passeggere. Questo popolo ha bisogno di essere unito, questa battaglia ha bisogno di compattezza, ha bisogno di generali capaci di gridare la verità. Ma se i nostri paladini della sovranità sono i primi a non aver capito o ancor peggio sono i primi a non voler capire allora ritorniamo allo solita linea che io ormai traccio ad ogni occasione. Una linea che non permette ambiguità, non permette “se” e non permette “ma”, una linea che non ha un tragitto che preveda il passaggio nel mezzo ma ha solo due sponde. O con noi (popolo italiano) o contro di noi. Ma voi da che parte state ?                                    Scusatemi se stavolta sono io ad essere stato brutale.

Francesco Amodeo

 

Annunci

47 thoughts on “Lettera di Amodeo agli economisti anti euro: Perché denunciate l’arma del delitto ma non l’assassino ?

    • Prima ancora dell’Europa dei Popoli che sarà un processo molto lungo e impegnativo (pensa che dopo 150 anni non siamo riusciti a realizzare neppure l’ Italia dei popoli) dobbiamo rendere l’Italia uno stato libero. Senza essere uno stato libero non possiamo fare nulla tantomeno partecipare a un’Europa dei popoli. Attualmente siamo una colonia. Per essere liberi dobbiamo fare tre cose essenziali: primo che il denaro come strumento di scambio passi dalla proprietà illegittima delle banche a quella legittima del popolo, secondo eliminazione totale della attuale classe politica/burocratica amministrativa fatta per il 99% di persone corrotte, incompetenti e delinquenti, e terza e ultima condizione necessaria per poter sperare in un’Italia libera l’eliminazione degli eserciti stranieri che si sono insediati ormai in maniera permanente nel nostro territorio (basi nato). Solo se realizziamo questi tre obiettivi possiamo ripartire e con molto lavoro e sacrifici realizzare una nazione dove essere fieri di vivere. Il resto sono solo chiacchere.

      • Grande Massimo condivido al 100 x 100…..sei all’altezza del nome.
        Per inciso.. mai nessuno che faccia partire un figlio con ad esempio..un bel ” Minimo Agosti ”
        ..sai che stimolo al pargolo …superato il trauma iniziale …per migliorare

    • ALLORA…DAMMI LA POSSIBILITA’ DI SVALUTARE ALLA PARI DEL DOLLARO…..E POI FACCIAMO GLI STATI EUROPEI…DOVE IL PAESI DELL’EST…SE VOGLIONO RESTARE SI DOVRANNO ADEGUARE ALLE NOSTRE POLITICHE ECONOMICHE E SOCIALI…OPPURE FORZA LEGA….MEGLIO SOFFRIRE CON LA SPERANZA DI RIPRENDERCI LA NOSTRA SOVRANITA’ MONETARIA ….E NON PERCHE’ DEVO ESSERE UNA COLONIA GERMANICA……E CHI LO DICE E’ UNO CHE POTREBBE STARE BENISSIMO CON L’EURO….MA VOGLIO LA MIA LIBERTA’ O TUTTI SIAMO UGUALI POLITICAMENTE ED ECONOMICAMENTE OPPURE NON SE NE FA’ NIENTE..

  1. Francesco, amico caro,
    tu scrivi “… non voglio parlare di gente incappucciata che cospira segretamente contro il mondo…”, MA SE INVECE DOVESSIMO PROPRIO INIZIARE A PARLARE, indagando la “loro” vera IDEOLOGIA IDENTITARIA?
    Sei proprio sicuro che si tratti, come tu scrivi, “solo” di “…esponenti di alcune lobby finanziarie come il Gruppo Bilderberg, la Commissione Trilaterale, il RIIA, il CFR, che guarda caso hanno tutti gli stessi fondatori e finanziatori, tutti i trattati europei che voi definite capestro sono nati in seno ad alcune lobby di tecnocrati e industriali come la Business Europe, la European Roundtable of Industrialists,..”
    Io comincio a credere che, come l’Euro, anche le istituzioni finanziarie e le corporation industriali e multinazionali… SIANO SOLO LO STRUMENTO DI UN BEN ALTRO PROGETTO DI POTERE… la cui firma la puoi trovare digitando su google “moneta mondiale expo 2015″, o aprendo il seguente link.
    Un grande ringraziamento per tutto quello che scrivi e fai, con grande impegno:
    Ti abbraccio
    Franco Trinca
    https://www.google.it/search?q=moneta+mondiale+expo+2015&biw=1366&bih=667&tbm=isch&imgil=cRkKDxDRdZ8fWM%253A%253Bhttps%253A%252F%252Fencrypted-tbn2.gstatic.com%252Fimages%253Fq%253Dtbn%253AANd9GcTGv6Xe4lG2WorJG27xsnefuyc3Yv-wVpGMpVaQ-WtH0_Nn1hM14A%253B567%253B378%253BbsCBAHsUfNLpBM%253Bhttp%25253A%25252F%25252Fecolo-quotidiano.blogspot.com%25252F2012%25252F09%25252Fla-moneta-unica-mondiale-verra.html&source=iu&usg=__ot9uVxr8CBnO_HLH3Kby3masO-I%3D&sa=X&ei=IzFNU_-jKafnywPr8YKoCQ&ved=0CFYQ9QEwBg#facrc=_&imgdii=_&imgrc=k3kwIsoeWTsxfM%253A%3BC8a9sVPWtNlQeM%3Bhttp%253A%252F%252Fcausacomune.files.wordpress.com%252F2012%252F09%252Fmonetta.jpg%3Bhttp%253A%252F%252Fcausacomune.wordpress.com%252F2012%252F09%252F11%252Fla-moneta-unica-mondiale-verra-presentata-allexpo-2015-a-milano%252F%3B229%3B2200

  2. Esatto, tutti citano l’euro ma nessuno parla dei killer che hanno concepito questo disastro scientemente….

    Inviato da iPad

    >

  3. ho letto attentamente questo tuo post e ancora una volta ti ringrazio per la chiarezza.
    sai, mentre leggevo mi è venuta una riflessione. anche chi combatte l’euro con numeri e dati in fondo fa il loro gioco;e il giochino è chiaro… a cosa serve mettere in piazza numeri(veri) senza indicarne chiaramente i perchè e i responsabili ?che probabilmente conoscono bene?solo a creare nuovi gruppi di opinione… e i romani,maestri in questo, dicevano..DIVIDE ET IMPERA.
    mi auguro solo che non parlino per paura, considerando il potere da affrontare,altrimenti sono collusi anche loro,più o meno consapevolmente. in fondo è facile morire avversando certi gruppi.
    JFK insegna.ciaoooooooooooooooo

    • Non solo parlano con lettere e numeri ma, e spero lo facciano in buona fede, non vanno alla radice del problema: la proprietà della moneta. Finche detta proprietà è detenuta dalle banche che differenza fa che come valuta corrente ci sia l’euro o la nuova lira ? Cambia solo la banca che gestisce il dominio ma i servi, noi, siamo sempre li stessi. Credi sia proprio come tu affermi: c’è la concreta possibilità che creare tutta una serie di opinioni diverse, cosa in cui il MS per esempio è un maestro, ma non andare mai alla radice del problema può avere come obiettivo principale, di dividere per comandare.

  4. Caro Francesco Amodeo….son finito in questo blog per caso…ed ho letto il tuo articolo….hai ragione….un piccolo particolare: non hai citato Paolo Barnard….nel suo saggio “Il più grande crimine “….ha detto esattamente le stesse cose…in modo dettagliato (è stato irriso…proprio da Bagnai…che ha definito l’approccio del Barnard..”complottista stile Dan Brawn ” ….più tutta una serie di insulti…nomignolo compreso ( lo definisce con sprezzo: Donald Duck )…ci si son messi pure i signoraggisti (Auritiani e non )….perché il Barnard ha “osato” dire che una parte della teoria Auritiana è giusta e un altra no (ed ha ragione…il meccanismo bancario…non è come vien teorizzato dai signoraggisti…quel tipo di signoraggio..non esiste…non è assolutamente vero che la moneta emessa dal nulla diviene automaticamente debito a favore delle banche…ma neanche lontanamente…il 95% della moneta emessa vien dalle banche e creano i depositi…e non viceversa… e il restante 5 % vien emessa dallo Stato….le recenti rivelazioni della Bank of England…lo confermano…quindi la teoria del signoraggio…mi dispiace è sbagliata….esistono forme di signoraggio ma non son quelle dei signoraggisti….piaccia o non piaccia…le banche son quel che sono…ma su questo la teoria è sbagliata……con un piccolo particolare: guai a dirlo !!! si vien mangiati vivi !!!…una volta ne ho accennato…ed un altro po non mi linciavano. Bisogna amare la verità …non innamorarsi di una teoria come se fosse un Totem (sbagliata o giusta che sia )…e la teoria va sposata e promossa se è veritiera…se cosi risulta non essere…ne va preso atto..altrimenti diventa un ideologia…con tanto di inviolabile sacralità…sino all’ idiozia.

    Il Barnard…avrà un carattere contorto e molto discutibile…(ormai ha rotto i ponti sia con Paragone (la Gabbia la 7 ) che con il Padre della MEMMT,,Warren Mosler e con i gruppi territoriali della mmt…eppure è coraggioso e sincero…pur negli errori comportamentali e caratteriali. Sino all’autolesionismo. Ha rinunciato alla possibilità di una splendida carriera in Rai (Samarcanda con Santoro e Report con la Gabanelli )…perché non si è sottomesso ad un certo establishment di sinistra, ha rinunciato a 3 proposte di candidatura politica (ultima Forza Italia )….combatte (anche sbagliando ) per cio che crede vivendo da misero senza soldi. Si è fatto in quattro per divulgare la MMT …ed è finito per l’ennesima volta con il sedere per terra…abbandonato anche da loro.

    Forse non te ne sei accorto…ma il Barnard rispecchia esattamente cio che chiedi ai vari Borghi o Bagnai etc etc.

    Saluti
    Paolo

    ps. dopo che P. Barnard ha espresso le sue tesi sul signoraggio…i signoraggisti..non si son confrontati ma si son scatenati in una sorta di “ostilità ” quasi patologica…(insisto: la loro tesi è “oggettivamente ” sbagliata …in alcune sue parti…perché la dinamica monetario/bancaria..non funziona in quel modo…)

      • E’ difficile (per me )….nel senso che non sono “ancora ” ferrato dal punto di vista della preparazione economica.

        Mi spiego meglio:
        ho fatto le scuole da adulto…nel senso che ho abbandonato la scuola a 15 anni…a 18 anni me ne sono andato all’estero (nord Europa e Stati Uniti )…poi da adulto son rientrato (son sardo )….mi son ritrovato con la terza media…oi oi oi….un po pochino……al che ho fatto le serali…(geometra ) lavorando di giorno e frequentando la sera (una tortura…)…preso il diploma…è scoppiata la crisi…cercavo di capirci qualcosa e aimè …non ci capivo una mazza…mi son rotto e ho fatto un gesto eroico: mi son iscritto all’ Università in Economia…adesso son al terzo anno…ma sono in fase di “preparazione” (ci vuol ben altro per capire l’economia…posto che l’economia che ti insegnano all’ università …è una boiata fasulla ispirata da quelle lobby…di cui parla Francesco Amodeo..e di cui parla molto bene P. Barnard…sintesi: ciò che generalmente si insegna son delle…come dire…”minchiate stratosferiche”….lo studente che esce dall’ Università…di economia (la “sana” economia “.)…non capisce una mazza…perché riceve degli “imput” errati …io mi sto accingendo a preparare l’esame di macroeconomia…(è del secondo anno ma sono andato a zig zag..non lo ho ancora dato )…sai in che testo ? MACROECONOMIA di Olivier Blanchard….che se non erro è un economista al Top del Fondo Monetario Internazionale…(ho gia visionato tutto il libro…prima di iniziare a studiare capitolo per capitolo…ed infatti parla di boiate …). Nei testi scolastici…il signoraggio è del tutto assente (un trafiletto insignificante che non dice nulla )….i meccanismi monetari non son spiegati bene….etc etc (comunque anche se si studia una visione dell’ economia fasulla…il tutto predispone mentalmente a capirne i meccanismi (ma è un lavoro che bisogna far da soli…con letture scelte ad hoc …sia in internet..che nei libri ..)

        Di Tamburro…non so nulla…ho visionato qualche volta il suo blog…per cui non posso dirti nulla…(eventualmente ci ritorno sull’argomento ).

        So una cosa che quel meccanismo del signoraggio…spiegato dall’ ottimo Auriti (ottimo come persona perché era una persona sincera e motivata…uomo onesto..basta vedere un suo qualsiasi video..e si capisce al volo )..dicevo quel meccanismo non è corretto….
        Il fatto che le banche come recentemente rivelato dalla Banck of England..possano “di fatto” emettere moneta quindi creando loro stesse i depositi e non attingendo dai depositi …(in sintesi è stato smentito pure il premio Nobel Krugman…)..credo che annulli definitivamente le tesi di Auriti. (eventualmente ci ritornerò )…la MMT…lo dice da sempre che le banche creano i depositi…con i prestiti bancari…

        Siccome come detto prima…l’economia “la sto imparando ” anche se da adulto…magari mi documento meglio e ti rispondo….(sto scrivendo ad istinto..tipo chat ..senza documentarmi ) ..non vorrei scrivere minchiate…;-)

        e comunque sia non fosse cosi (ma lo è …ripeto lo ha detto recentemente la Banca d’ Inghilterra )…la teoria Auritiana è sbagliata a prescindere…perché dal momento in cui la moneta viene emessa…poi con un giro tutto particolare con il rientro si annulla…(non è un infinito debito.al 100 % del valore della bancanotta….ma neanche per sogno )…le banche rubano, e son ladre e strozzine…anzi sono il cancro del mondo (svolgono una funzione ottima..non se ne può fare a meno..se predisposte a funzionare nel modo corretto..ma cosi non è come tutti sappiamo )…

        cosa propone la MMT per quanto riguarda il sistema bancario ?

        RIFONDARE IL SISTEMA BANCARIO PER L’INTERESSE PUBBLICO..
        Il governo nuovamente sovrano, particolarmente nella funzione parlamentare, riconosce che le banche sono di fatto istituti pubblici. Esse non solo sono garantite nei depositi dallo Stato, ma sono – teoricamente – del tutto regolamentate dal legislatore, sia a livello nazionale che europeo. Questo significa che il governo ha ogni diritto e potere di imporre al sistema bancario di funzionare per l’esclusivo Interesse Pubblico. Il governo riconosce che le banche non possono più continuare a godere dei privilegi dell’attività privata a fini di lucro e al contempo dei salvataggi con denaro pubblico. Esse dovranno garantire una funzione unicamente di Interesse Pubblico. Il governo, fatto tesoro della catastrofe globale causata dalla deregolamentazione della finanza, dalla permessa fusione delle banche d’investimento con quelle commerciali, e dalla nascita del sistema creditizio cosiddetto informale (hedge funds, fondi pensione, assicurazioni…), decreta che l’Italia si oppone all’esistenza del settore finanziario speculativo in blocco e ne impedisce il funzionamento sul suo territorio nazionale.
        Il governo s’impegna ad assicurare tutti i depositi bancari dei cittadini, poiché per essi è pressoché impossibile sapere se una banca ha i conti in ordine o meno. La funzione del sistema bancario sarà perciò strettamente limitata:
        A. all’esclusivo servizio dei sistemi di pagamento
        B. al servizio dei correntisti
        C. e alla fornitura di crediti al servizio della collettività economica.
        Al contrario di ciò che accade nel sistema creditizio informale, che riceve fondi da erogare come crediti solo se giudicato affidabile dai mercati, i crediti erogati dalle banche dell’Italia sovrana si baseranno su un rigoroso controllo dell’affidabilità creditizia del soggetto richiedente. In generale, il governo riporterà sotto il suo stretto controllo i parametri che regolano l’emissione del credito bancario, fra i quali, oltre alla già citata affidabilità creditizia dei clienti, vi è il livello di capitalizzazione dei suddetti istituti. In contropartita, il governo e il Parlamento confermeranno il ruolo della Banca d’Italia come prestatore di ultima istanza anche per il settore bancario, il quale, col fine di poter sempre erogare crediti all’economia privata, avrà un più facile accesso ai prestiti da parte di via Nazionale alle sue riserve.
        34
        Queste misure tutelano la cittadinanza da eventuali derive irresponsabili del sistema bancario, che proprio perché mantenuto ‘sano’ non ricorrerà più alle strette creditizie degli ultimi anni, che hanno drammaticamente debilitato l’industria italiana, in particolare le PMI.
        Infine: il governo e il Parlamento italiani nuovamente sovrani, aboliranno il cosiddetto ‘divorzio’ fra Banca d’Italia e Ministero del Tesoro del luglio 1981, riportando la Banca d’Italia alla sua funzione di prestatore di ultima istanza anche per le operazioni di spesa dello Stato italiano (essendo esse non reali operazioni di credito – il governo a moneta sovrana non necessita di prendere in prestito da alcuno il suo denaro – ma solo operazioni contabili interne al ‘governo’, inteso come Tesoro e Banca d’Italia).

        COME SARANNO GESTITI I TITOLI DI STATO NELL’ INTERESSE PUBBLICO
        I titoli di Stato emessi dal Tesoro italiano equivalgono esattamente a conti di risparmio detenuti dai compratori presso la Banca d’Italia. Questo vale sia che i compratori siano italiani che stranieri. Quando il compratore acquista un titolo di Stato italiano, accade che il suo denaro si sposta dalle riserve della sua banca detenute presso i conti della Banca d’Italia, a un conto ‘di risparmio’ del Tesoro sempre detenuto presso la Banca d’Italia. All’atto della liquidazione di quei titoli con relativi interessi, accade il procedimento inverso. Tutto accade dentro la Banca d’Italia. Se i titoli sono denominati in una valuta sovrana come sarebbe la nuova Lira, non esiste possibilità di un default sui pagamenti, proprio perché si tratta di cifre elettroniche che vengono passate da un conto all’altro dai computer della Banca d’Italia, ed essa non può esaurire i numeri, gli impulsi elettronici, neppure quando si tratta di liquidare gli interessi dovuti.
        Il governo italiano nuovamente sovrano sa che i titoli di Stato svolgono fondamentalmente due funzioni: 1) offrire un’alternativa di risparmio ai compratori; 2) sostenere il livello di tassi d’interesse voluti dalla Banca d’Italia. In questo secondo caso, la realtà contabile dell’emissione di titoli di Stato in moneta sovrana ci dice che essi servono a drenare gli accumuli eccessivi di moneta emessa dallo Stato e che si trovano nelle riserve delle banche (che compreranno quei titoli). In effetti, è ovvio che chi compra titoli di Stato lo fa con la moneta dello Stato, che quindi deve essere prima stata emessa. Ciò dimostra che prima lo Stato a moneta sovrana spende, e solo poi emette titoli di Stato drenando il denaro che ha speso. Quindi i titoli non finanziano la spesa pubblica. Essi sono strumenti di controllo monetario dei tassi d’interesse, secondo un complesso meccanismo. Ma l’emissione di questi titoli è costosa, laboriosa e anacronistica.
        Il governo italiano delle nuove Lire, proprio in virtù del fatto che i titoli non gli servono per poter spendere e che sono strumenti farraginosi, deciderà quindi di abolire del tutto questa emissione. Il governo spenderà da ora in poi semplicemente accreditando conti correnti del settore non-governativo, i quali si trovano sempre presso i conti delle banche presso la Banca d’Italia. Tutto il denaro speso dallo Stato si accumulerà quindi nelle riserve delle banche presso la Banca d’Italia, sulle quali riserve può essere pagato un interesse 0, o poco più. Il coordinamento fra governo e Banca d’Italia sulla gestione degli interessi sul denaro di cui sopra, e su quello che la Banca d’Italia presta alle banche, assicurerà che i tassi
        24
        rimangano al target desiderato dal governo, che dovrebbe essere 0, per favorire l’economia privata.
        Infatti è di nuovo l’esempio del Giappone che ci aiuta. Il governo delle nuove Lire sa che Tokyo, pur avendo un debito di Stato altissimo (240% sul PIL), mantiene i tassi a 0 e non soffre né di inflazione (vicina allo 0) né di svalutazione dello Yen.
        Infine, come già detto, all’atto dell’uscita dell’Italia dall’Eurozona il governo annuncerà che il rimanente debito di Stato italiano denominato in Euro sarà onorato da Roma solo sulla base del Pubblico Interesse, se e quando lo deciderà il governo.

        HO FATTO COPIA INCOLLA DI ALCUNE PARTI DEL PROGRAMMA….DICO: CON UN SISTEMA DEL GENERE…SIGNORAGGI E SIGNORAGGINI VENGONO ELIMINATI.

        Altro:

        Debito pubblico:
        Bisogna rivedere il concetto di Debito….il concetto oggi diffuso è errato…dovuto proprio a quella “manipolazione” dell’economia.

        In uno Stato a moneta sovrana…che può emettere moneta dal “nulla ” stampando bancanote o con un semplice click nel sistema eletronico…il cosiddetto debito ….(“gli italiani hanno vissuto al disopra delle proprie possibilità…..”…quante volte lo abbiamo sentito in questi ultimi 20 anni…!!!!!! è una balllaaaaaaaa micidialeee….assurda e ridicola (ma anche tragica..perché ci stanno facendo pagare un conto salato con sudore e sangue …letteralmente sul nullla….)…dicevo il cosidetto “debito” è un semplice numero….punto….la moneta emessa a deficit…svolge semplicemente la funzione di “frizionare” l’economia e farla funzionare…(moneta creata dal nullaaaa….ma come può essere debito ? debito di che ??? ci hanno imbrogliati…..)….si immette moneta nel sistema…calibrandola ad hoc…in base alla capacità produttiva del sistema…e basta…se ce ne è troppa…si crea il fenomeno inflattivo e quindi si drena il tutto con le Tasse (le tasse servono a questo …non ad altro….non per la “spesa pubblica “…altra cazzata micidiale…che abbiamo bevuto per anni….)..ovviamente sto semplificando..ci sarebbero tutta una serie di cose da dire….ma in sintesi il sistema “sano” funziona cosi.

        Il tema della moneta..tipico signoraggista..di tipo giuridico…se la moneta appartiene al “popolo” o no: non ha importanza……se il sistema è sano comunque la si voglia denominare nella sua appartenenza…LA MONETA APPARTIENE A CHI CE LA HA IN TASCA . PUNTO !!!! ;-)))

        mi son stufato di scrivere…scusate se violento la grammatica…ma scrivo a istinto…senza curarmi della forma (non rileggo..se ci sono “errori” o “orrori”…fa nulla…..ciao )

        Per chi non lo conosce : un video molto ma molto interessante dell’economista Nando Ioppolo….(morto qualche mese fa…aimè….ottima persona)….che spiega molto efficacemente….le boiate delle tesi economiche di stampo neo liberista in voga oggi…..(ci stanno uccidendo proprio sulla base di argomentazioni economiche fasulle……con il Pareggio di Bilancio. in Costituzione…hanno poi ucciso definitivamente Keynes…un altro grimaldello per strozzarci definitivamente….se non spendi a deficit…l’economia muore….neo liberisti brutti assassini puzzolenti…)

      • al video di Joppolo…aggiungo quello di Paolo Barnard…in una conferenza tenuta a Cagliari …alla Casa dello Studente…(dura solo mezza ora…è un introduzione per far capire poi i concetti di Mosler )…qui vengono esposti in modo semplice , elementare e chiaro…senza usare termini economici contorti e incomprensibili…il concetto di Debito (che no è esattamente quello dei signoraggisti )…e vengono spiegati tutta una serie di grafici (del FMI, Ocse, Istat etc etc ..quindi ufficiali )…dove vengono smentite “senza ombra di dubbio” …tutte le minchiate che ci propinano (in particolare “Il Sole 24 ore “..e quel giornalaccio…bugiardo per eccellenza chiamato “La Repubblica ”

        Ieri son finito per caso in questo blog (non conoscevo Francesco Amodeo )…io avevo gia letto un casino di libri su certi temi .compreso 3 di Daniel Estulin…( Il Club Bilderberg….poi Istituto Tavistock e…L’Impero Invisibile )….ieri notte ho frugato tutto il blog…è fatto bene…espone in modo completo , esaustivo , chiaro..e semplice..tutto l’argomento ….

        L’ideale sarebbe un movimento con dei leader…che portino avanti “con forza”..sia certi argomenti economici sia questi esposti in questo blog…il tutto in un “tutt’uno”…il problema è che è difficile portar avanti una cosa del genere…..(non ne farebbe tanta di strada….)…son convinto che Borghi , Bagnai etc etc…magari definiscono sti argomenti “favole”…per tagliar corto…e non farli proprio (sanno benissimo che favole non sono…a me no che non siano orbi…ma anche ai fini della carriera….credo che se ne guardino bene di estendere il loro discorso a certe tematiche ).

        a proposito: Messora mi fa leggermente ribrezzo….tipico italiano…(non dico altro perché avete capito )…

        ciao ciao

      • Al “sistema ” nel senso negativo del termine (quello di cui parla F. Amodeo )…fa molto comodo..che ci siano movimenti..che si propongono di lottare sul niente (signoraggio inesistente ) per il niente (essendo sbagliato )….un bel po di gente..che porta avanti un idea più o meno vacua…insomma..gente che in buona fede gira acqua in un secchio….ed il potere se la ride.

        Questo è quello che ho maturato….(salvo non sbagli …ma non credo )….

      • Paolo allora ti chiedo: fra un Paolo Barnard e un Daniele Pace/Salvatore Tamburro sul signoraggio chi ha ragione?
        Citazione domanda di Daniel
        poco fa sono andato a controllare il blog di Salvatore Tamburro…..
        ho scoperto che dice “esattamente” cio che ho detto io !!!! anche sulle strunzate bugiarde che insegnano all’ università….
        leggi…..
        http://salvatoretamburro.blogspot.it/2014/03/anche-i-premi-nobel-sbagliano-krugman.html#more
        a conferma…guarda cosa hanno scritto quelli della MMT (sempre sullo stesso argomento )
        http://memmt.info/site/la-mmt-ha-ragione-parola-della-bank-of-england/
        alla luce di tutto ..visto ormai che questo è stato confermato ..(la Bank of England…una volta tanto è stata onesta.(raro per una banca ): HA DETTO LA VERITA’
        dico:
        – che senso ha l’austerità imposta dall’ Europa ???….nulla …un inutile e distruttiva tortura per i popoli
        – la “classica ” teoria del signoraggio…ha ancora senso ?….credo di no…..(bisognerebbe rivolgere la domanda a Tamburro )
        – detto questo esistono altre forme di signoraggio …questo si….ma non quella classica dei signoraggisti
        interessante questo articolo…(a mio parere e corretto )
        http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/24/alcune-precisazioni-su-signoraggio-e-banche/604886/
        Non so in che termini espone il signoraggio Salvatore Tamburro…….ma tendenzialmente credo che abbia decisamente ragione Paolo Barnard
        ciao

    • Detto questo….e mi dileguo che ho fatto un poema che non finisce più…..HA PERFETTAMENTE RAGIONE F.AMODEO…QUANDO DICE CHE BISOGNA ANCHE E SOPRATUTTO DENUNCIARE PUBBLICAMENTE CHI HA DETERMINATO TUTTO QUESTO….E NON LIMITARSI AD ESPORRE POSTULATI ECONOMICI.( discorso economico e denuncia di responsabilità va di pari passo…uno non deve escludere l’altro…sulle responsabilità invece tanti , troppi “glissano”…..)

      Questo è un ottimo blog…(lo ho scoperto un paio di giorni fa ed ho visionato quasi tutto…mi mancano solo i video da visionare )

      ciao ciao a tutti

      buon proseguimento…..:-)

      • tanto per far venire il buon umore….ultime novità su cosa ci stanno “preparando” lor signori del “Vero Potere”..(ne ha ampiamente parlato anche Amodeo…in un video che ho visionato )….questa è una cosa letteralmente “terribile”…se passa un sistema del genere ..”quelli” ci faranno vedere i sorci verdi…roba da non dormirci sopra (di questo progetto…Il Sole 24 Ore…ne parla già da un po in alcuni articoli…il tutto esposto in termini “positivi”…poverino chi si nutre di certa informazione…)
        http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=833

        bye bye a tutti

  5. Scusate son finito in questo blog per caso e mi son letto questo articolo di Francesco Amodeo..e ho risposto ad istinto…inseguito ho visto che c’è un altro articolo su Barnard intitolato : “”””lettera aperta a Paolo Barnard..non sarà una teoria economica a liberarci”””””
    ho fatto una serie di post anche là….

    ciao

  6. Sono d’accordo con il contenuto del tuo articolo ma, per amor di verità, devo precisare che Bagnai è ben consapevole di quello che dici. Ti cito solo due o tre passi del Tramonto dell’euro. Poi ve ne sono numerosi altri e molti riferimenti nelle conferenze (Ps, non sono il suo avvocato, è solo per precisione)
    Ti consiglio anche il blog “orizzonte 48” che fa parte del “giro”, e che fa riferimenti anche più espliciti

    “ La teoria suggeriva che l’Europa non poteva essere un’OCA e che il sogno sarebbe diventato un incubo. La decisione quindi non poteva essere tecnica, doveva essere politica, di quella politica pelosa che dichiara di volare alto, al di sopra della piatta razionalità tecnicistica, e quindi induce al sogno, cioè al sonno, i molti, perché questo è il modo migliore per fare l’interesse dei pochi, di quelli che possono pagare” (p.113)

    “Se era chiaro che la rigidità del cambio creava dei problemi, se c’era stata la crisi del 1992, perché mai i governi europei hanno deciso di rientrare in questa trappola? […]Di certo tra le motivazioni di questa scelta c’era il Sogno, il grande Sogno europeo, con la “S” maiuscola, ma c’era anche la consapevolezza del fatto che, in economia, le scelte sbagliate fanno vincitori e vinti” Pag 102

    “Quello che inquieta è il disegno politico di quest’operazione: l’idea che in una democrazia i governanti possano procedere in modo autonomo, prendendo delle decisioni che costringono i cittadini a “fare la cosa giusta” imponendo loro dei costi [..]… Dietro al grande “sogno” europeo si intravede, in realtà un disegno di compressione delle libertà civili ed economiche delle classi subalterne in nome del famoso vincolo “esterno” (Pagg.126-127)

  7. Perô mi sembra che Napolitano abbia detto che se anche vincono gli scettici dall’Europa non si torna indietro come convincere questi signori che stanno patrocinando una causa. Ingiusta ?! Grazie Francesco

  8. Caro Amodeo queste cose le denunciava già Paolo Barnard anni fa ne “Il più grande crimine”, avrai approfondito qualche altra cosa, ma il grosso di questo lavoro di inchiesta l’aveva fatto PAOLO BARNARD.

  9. Ho letto un po’ di interventi..tutti Francesco ti ringraziamo…non sarà un caso.Trovare qualcuno che si prodiga per cercare la verità delle cose ..mi commuove sempre.Devo rileggere anche maestro Paolo…quello dei commenti in questo blog..Grazie…E vorrei esprimere tutto il mio affetto anche a Paolo Barnard..che è stato il mio primo maestro.

  10. Guarda caro che Alberto Bagnai e Diego Fusaro hanno fatto nomi e cognomi, per esempio Prodi e Andreatta… Anzi! Tu accusi gruppi e gruppetti, come fossero massoni o simili, ma loro parlano di un’intera CLASSE di rentiers e imprenditori e dei loro servi politici. Quello è il livello di analisi che conta. Sei tu in malafede se non te ne sei accorto.

  11. F. Amodeo, come si suol dire mette il dito nella piaga e, senza se e senza ma, ne denuncia in modo evidentissimo il concetto.
    Vorrei far notare che in rete, escluso poche persone, hanno il coraggio di dire la verità.
    Troppe volte vedo i mei interventi “cestinati”…. del resto come si suol dire a buon intenditor…!!!!
    Nessuno parla di sovranità monetaria, nessuno parla di sovranità creditizia, nessuno parla di sovranità derivante dalle cartolizzazioni.
    Ergo, o qui escluso pochi paladini, di cui occorre ringraziare Amodeo che ne parla con anche altri, per carità, ci concentriamo sui veri concetti e smettiamo di girarci in torno ai mille rivoli, quando il fiume che scorre è li da vedere.
    Ovviamente per coloro che lo vogliono vedere….
    Non lo volete vedere? — Benissimo, chissà quando sarete alla fame che cosa penserete e/o se la penserete ancora così.
    Comunque Grazie di cuore F. Amodeo.

  12. Pingback: Berlusconi: "Basta euro moneta straniera" - Pagina 7

  13. un invito allo studio della teoria monetaria .. http://6viola.wordpress.com/2014/04/23/antonio-pantano-beppe-grillo-era-studente-di-auriti-indagine-fonti-testimonianze/
    Commento

    Interessante ricostruzione del fenomeno di studio del pensiero del prof. Auriti, che per chi non lo conosca, è da considerare uno dei massimi studiosi del monetarismo in Italia.

    Era professore e studioso che arrivava al monetarismo dallo studio del diritto di cui è stato professore universitario. Quindi persona che ha studiato una delle due colonne che sostengono la moneta: il diritto e quindi la legittimazione del contratto monetario.

    Ma trascurò il professor Auriti l’altra colonna su cui si regge l’architrave della moneta: il fatto che la moneta non è di un solo tipo, ossia non esiste solo la “moneta a credito”. Errore che gli fu fatale nella sua contesa contro la Banca di Italia, poiché egli stesso ammise che il suo modello monetario era relativo alla ipotesi di una moneta a credito, e non una moneta prevalentemente a debito, come quella in uso già dalla sua epoca.

    Vi è un video di questa stessa ammissione del professor Auriti e la proposta di legge di creare un passaggio verso la moneta a credito, ossia direttamente accreditata allo Stato Sovrano, che la utilizza senza creare -in tal modo- debito pubblico, anche se con altri effetti secondari che andrebbero studiati e su cui qui non ci soffermiamo (chi abba domande le inoltri al blog 6 viola -attuale- o alla casella di posta paritoviola@yahoo.it).

    Interessante inoltre anche il rapporto con Beppe Grillo, con diploma di ragioniere come max titolo nei suoi studi. Che quindi vede Grillo abbeverarsi al monetarismo di Auriti, e quindi su fonte autorevole in merito alla moneta a credito, ma deficitaria come conoscenza della moneta a debito (che è la tecnica attuale).

    Aggiungo i due video di corredo sopra citati.

    1° video sulle dichiarazioni di Auriti per la introduzione di una moneta a credito, che quindi non c’era nella sua contesa contro la Banca di Italia.

    more info:
    http://6viola.wordpress.com/auriti_giacinto_signoraggio/

    2° video sulle dichiarazioni di Beppe Grillo che dice di essere stato minacciato se continuava a parlare di signoraggio bancario (laddove impropriamente si indica con signoraggio il pensiero su una moneta a credito e in particolare secondo il modello di Auriti, mentre il signoraggio in senso proprio è solo da riferirsi alle spese di creazione della moneta, come ad esempio le spese di conio).

  14. Ciao Francesco, innanzitutto volevo dire che apprezzo molto l’articolo, finalmente qualcuno che non parla di EURO inc. non solo come progetto bancario, ma anche industriale; tu l’hai ricordato, molti altri no.
    Vorrei porti alcune domande:
    1) Riguardo la crisi che stiamo vivendo : che ruolo hanno avuto i paesi emergenti tipo Asia ed est Europa, quei “paradisi per gli industriali” dove diritti e costo del lavoro sono pari a zero, facendo cosi’ man bassa riguardo le delocalizzazioni in Italia e non?
    2) Quando scriverai un’articolo su Confindustria business?
    Grazie

  15. Pingback: Lettera di Amodeo agli economisti anti euro: Perché denunciate l’arma del delitto ma non l’assassino ? | ilsovranista.it, libero presidio dell'informazione

  16. Pingback: www.ilsovranista.it Mercoledì 07/05/2014 | ilsovranista.it, libero presidio dell'informazione

  17. Pingback: SE NON VOLETE DENUNCIARE LE DINAMICHE DEL POTERE RESTATE A FARE GLI ECONOMISTI | NUTesla | The Informant

  18. Pingback: SE NON VOLETE DENUNCIARE LE DINAMICHE DEL POTERE RESTATE A FARE GLI ECONOMISTI

  19. Pingback: www.ilsovranista.it Riassunto dal 05/05/2014 al 09/05/2014 | ilsovranista.it, libero presidio dell'informazione

  20. In relazione a ciò che ho scritto su Paolo Barnard e il signoraggio….dissento da certi modi di fare del Barnard. Poco fa ho riletto un suo post sul signoraggio….non riesco a capire che necessità ci sia di definire i signoraggisti…in questo modo: complottisti….etc etc.

    Questi sono i difetti di PB….ha usato dei termini e delle considerazioni..di cui poteva e doveva fare a meno…poteva semplicemente esprimere la sua visuale tecnico/economica…come considerazione dissenziente ma amichevole (perché è cosi che si dialoga..)…

    – perché coloro che seguono la MMT e la tematica del..Signoraggio…in tantissime altre cose hanno tantissimi punti in comune…(avversione al Vero Potere, Massonerie varie, etc etc )

    – altri hanno usato nei confronti di Barnard…proprio lo stesso tono che lui ha rivolto ai Signoraggisti : complottista etc etc…(vedasi ad esempio Bagnai…che tratta Barnard..esattamente come Barnard tratta chi segue il Signoraggio…)

    – io credo ..che alcune teorie del Signoraggio …non siano esatte ..dal punto di vista tecnico…ma tanti altri aspetti della medesima teoria son (almeno dal mio punto di vista )condivisibili….detto e premesso…che l’economia è un casino…si dice tutto e il contrario di tutto…da sempre..da Adam Smith in poi…..non è una scienza esatta..con modelli teorico/matematici..perfetti come la che so…fisica…l’economia studia i comportamenti economici singoli e collettivi per proporre poi analisi e soluzioni attraverso nuovi postulati economico /teorico….il tutto in un quadro che implica lo studio di : storia, geopolitica, sociologia, psicologia comportamentale individuale e collettiva etc etc con il supporto di modelli di matematica applicata….cioè opera in un campo che non è statico ma in continua mutazione dove costantemente si inseriscono tanti fattori …da qui l’impossibilità a stabilire dei modelli economici…validi permanentemente….una teoria valida oggi…potrebbe essere non più valida domani…
    sintesi: …è un discorso sempre aperto….suscettibile…di mutevolezza…e sarà sempre così..per i motivi prima esposti.

    conclusione : PB…ha qualche difetto caratteriale piuttosto discutibile ..al netto di tanti meriti per il discorso che porta avanti coraggiosamente (condivisibile o meno..)….e tantissime volte quel difetto caratteriale (piuttosto contorto )…gli si ritorce contro.

    detto questo…ha fatto tanto. Va perdonato…..nessuno è perfetto.

    ciao

  21. Non ha scritto NIENTE che già non si sapeva , anche Barnard vomita sopra bagnai e borghi non so nemmeno da quanto tempo.
    Manca , come al solito , la soluzione a questo problema.
    Quello che vi sfugge sia a Lei che a P.B. ed è IMHO l’uso tel 3′ potere:
    La magistratura.
    Costoro (trilaterale-group of 30 ecc.ecc.), da quanto ho capito , si sono impossessati del 1′(Legislativo) e di conseguenza del 2′(esecutivo) ma esiste anche un 3′ potere indipendente che fu creato APPOSITAMENTE per bilanciare i primi 2 nel caso in cui questi avrebbero preso il sopravvento ed è appunto il 3′ (giudiziario). Barnard l’aveva intuito quando cercò di incriminare il PdR mostrando appunto l’arma del delitto(i meccanismi dell’euro) ma non riusci a creare il consenso necessario.
    L’unica via d’uscita quindi non è altro che :CREARE UNA PARTE DI LEGISLATIVO E DI ESECUTIVO CHE APPOGGI INDISCRIMINATAMENTE LA MAGISTRATURA CHE ,COSTITUZIONE ALLA MANO, FACCIA IL CU*O A ‘STI CRIMINALI.
    Ho letto Km di articoli su questi argomenti e la mia conclusione è sempre la stessa. Ora se il M5S(che è nel 1′) riuscisse a farsi appoggiare da una parte del 2′(vedi gli appelli continui alle forze armate/gdf) POTREBBERO , appoggiando il 3′ potere avere una possibilità , il tutto sarebbe reso molto più facile demonizzando il 4′ potere (i massmedia) OPPURE [come diceva quello li] “farselo amico”.
    Se fossi capace , scriverei un articolo informativo BREVE ma chiaro e lo invierei a tutti gli organi della magistratura italiana , ogni giudice , PM , ogni persona facente parte quell’organo ecc. ecc. con un po’ di fortuna , questi comincerebbero a parlarne tra di loro e chissà se qualcuno che risiede in qualche posizione strategica la prendesse in serio modo e la possa portare avanti.[qui sto andando con la fantasia , ma veramente non vedo altre vie da percorrere]

  22. Pingback: La mia rivincita nei confronti del grande Bagnai e di tutti quelli che…..sono tutti complottisti | Francesco Amodeo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...