CAPIRE LA CRISI: LE PROVE DEL GOLPE FINANZIARIO

bilderberg-incontro-a-roma

Nel novembre del 2011, sia l’Italia che la Grecia hanno subìto, contemporaneamente, un «golpe bianco» senza che i rispettivi popoli se ne siano resi conto.

Analizziamo i fatti: Il giornalista Alan Friedman ha parlato di:

Incontro tra Napolitano e Monti a Giugno 2011

Incontro tra Monti e Prodi ad Agosto 2011

Incontro a Saint Moritz tra Monti e De Benedetti ad Agosto 2011

Ma cosa è successo realmente a Saint Moritz a Giugno 2011 che vide il coinvolgimento del futuro Presidente del Consiglio Mario Monti in un incontro ben più importante di quello avuto con De Benedetti ma di cui nessun giornale ha parlato e che anche Friedman ha censurato nella sua ricostruzione ?

Dal 9 al 12 Giugno 2011 a Saint Moritz c’è stata la riunione ufficiale del Club Bilderberg con i 120 uomini più importanti dell’alta finanza speculativa, delle banche centrali, delle multinazionali, dei governi e dell’Unione Europea. Tutti riuniti per tre giorni a porte chiuse in un hotel di lusso senza copertura mediatica dell’evento.

http://www.bilderbergmeetings.org/meeting_2011.html

Vediamo alcuni dei nomi presenti nelle liste ufficiali dei partecipanti a quella riunione insieme a Mario Monti.

Josef Ackermann: Presidente della Deutsche Bank

Peter Sutherland: Presidente della Goldman Sachs

Jean-Claude Trichet: Presidente della Banca Centrale Europea

Quale fu il ruolo di queste tre banche nella crisi italiana di quel periodo ?

• Deutsche Bank ha inspiegabilmente venduto nei primi sei mesi del 2011 l’88% dei titoli italiani in portafoglio. (Ricordiamo che l’ha fatto in un periodo in cui lo spread era nella norma ed il Governo in carica aveva la maggioranza) quindi non c’era nessuna emergenza che riguardava l’Italia.

La vendita di titoli di stato italiani da parte delle banche tedesche diede l’avvio alla speculazione contro i nostri BTP contribuendo in maniera enorme a innalzare il costo del nostro debito e generando la crisi dell’Italia. 

A novembre il Tesoro vendeva i suoi Btp a 10 anni al 6 per cento e oltre.

Questi  ‘attacchi speculativi’ di inaudita intensità ovvero di vendita in massa di titoli del debito pubblico, con successiva difficoltà nel collocarli sui mercati anche a tassi di interesse elevati per fare il gioco della finanza crea danni enormi al’economia del paese e si riversa sui suoi cittadini. La riduzione del prezzo dei titoli di Stato implica, infatti, che il tasso di interesse ottenibile dai risparmiatori aumenta, ponendo lo Stato italiano nella condizione di dover offrire un tasso più elevato per i nuovi titoli emessi.

Il costo di tutto ciò sono circa 50 miliardi di euro che il governo deve pagare ogni anno a chi detiene titoli di stato. Soldi sottratti al resto della spesa pubblica – salari, spesa per l’istruzione, la sanità, i servizi, gli investimenti.

Ironia della sorte, le banche italiane, che sono state le più prudenti poiché non hanno investito in titoli tossici e non hanno dovuto essere salvate da terzi, sono quelle che hanno pagato di più il prezzo della speculazione dei grandi potentati finanziari stranieri.

(“Lente Consob su Deutsche Bank”: LA BANCA TEDESCA AVEVA ANNUNCIATO LA VENDITA DI 7 MILIARDI DI EURO DI BTP IN SOLI SEI MESI. CORRIERE 2 AGOSTO 2011)

http://www.corriere.it/economia/11_agosto_02/consob-richiesta-deutsche_e26124ba-bd06-11e0-b530-d2ad6f731cf9.shtm

Perché la Deutsche Bank ha fatto questo? Perché se attivi aspettative al ribasso, il valore degli altri titoli che assicurano contro il fallimento – i Cds, credit default swaps – schizzano alle stelle. Il valore di questi Cds infatti è salito di cinque volte. E chi detiene gran parte di questi titoli assicurativi? Cinque società, e più degli altri la Deutsche Bank stessa. La Deutsche Bank ha fatto un doppio guadagno: prima ha venduto i Btp a un prezzo buono (poi appunto si sono deprezzati), dopodiché ha generato enormi plusvalenze grazie al rialzo dei Cds.

Il “giochetto” di speculare al ribasso sui titoli di stato per lucrare sui derivati CDS, dopo i lauti guadagni di Deutsche Bank  riguardo l’Italia e di Goldman Sachs riguardo la Grecia,

Passiamo al ruolo della Banca Centrale Europea:

Jean Claude Trichet come presidente della Banca Centrale Europa e Mario Draghi della Banca D’Italia (che poi sostituirà pochi mesi dopo proprio Trichet alla Presidenza della BCE) entrambi guarda caso membri del Bilderberg e della Trilaterale il 5 Agosto 2011 mandavano una missiva imponendo le misure urgenti e parzialmente irrealizzabili al Governo italiano destabilizzandolo.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-09-29/testo-lettera-governo-italiano-091227.shtml?uuid=Aad8ZT8D

Il senatore Massimo Garavaglia vicepresidente della Commissione Bilancio del Senato durante l’ultimo governo Berlusconi, fa questa rivelazione:
“Monti viene fatto senatore a vita il 9 di novembre del 2011. Il 10 siamo in Commissione Bilancio a chiudere la finanziaria e quello stesso giorno vengono a interrogarci gli ispettori della Bce e di Bruxelles perché eravamo sotto inchiesta”
“Verrà fatto il governo Monti. Voi lo sosterrete ?”

“Noi siamo stati eletti in una maggioranza – replica Garavaglia – se la maggioranza non sta più in piedi si va e si vota e il popolo decide chi governa”.

“Se voi non sosterrete il governo Monti, noi non compriamo i vostri titoli per due mesi e andate in fallimento”. (Il voi è riferito all’Italia, il noi agli ispettori della Banca Centrale Europea.)

Tutto questo, secondo la video testimonianza di Garavaglia è successo il 10 novembre scorso. L’indomani viene chiusa la finanziaria al Senato, poi va alla Camera e lunedì 13 novembre viene incaricato Monti che diventa premier martedì.

https://www.youtube.com/watch?v=vKJMmZP4p38

La Goldman Sachs, invece, già responsabile per aver indotto la crisi sui mercati americani e per questo incriminata ha effettuato a sua volta una massiccia vendita di titoli italiani ed una serie di speculazioni sui nostri mercati.

“CRISI: Goldman Sachs ha innescato vendite Btp”                                                          Milano finanza 10/Novembre/2011

http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201111100904011010

Con le conseguenze delle sue stesse speculazioni la Goldman Sachs e le lobby finanziarie ad essa collegate (Bilderberg; Trilaterale) sono riuscite a piazzare i loro uomini in posti chiave mentre la Germania della Deutsche bank ha tratto enormi benefici dalla crisi dei paesi periferici.                                                                                                 

Basta guardare le date e l’incredibile tempistica: 

1 Novembre 2011: Mario Draghi scelto come Presidente della Banca Centrale Europea

(Goldman Sachs; Commissione Trilaterale; Gruppo Bilderberg)

Nonostante la Goldman Sachs fosse stata incriminata per aver indotto la crisi sui mercati.

http://www.repubblica.it/economia/2010/04/17/news/rampini_goldman-3407899/

11 Novembre 2011: Lucas Papademos scelto come Presidente del Consiglio tecnico in Grecia

(Goldman Sachs; Commissione Trilaterale; Gruppo Bilderberg)

Nonostante la Goldman Sachs fosse stata accusata di aver truccato i conti della Grecia nel 2001 per permetterle l’entrata nell’ero e l’allora Governatore della Banca di Grecia era proprio Papademos.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/26/prestiti-goldman-sachs-dietro-conti-truccati-della-grecia/199893/

16 Novembre 2011: Mario Monti scelto come Presidente del Consiglio tecnico in Italia.(Goldman Sachs; Commissione Trilaterale; Gruppo Bilderberg)

Lo stesso Monti che in conferenza stampa dichiarerà che: “« Non dobbiamo sorprenderci che l’Europa abbia bisogno di crisi, e di gravi crisi, per fare passi avanti.
I passi avanti dell’Europa sono per definizione cessioni di parti delle sovranità nazionali a un livello comunitario.
…È chiaro che il potere politico, ma anche il senso di appartenenza dei cittadini a una collettività nazionale, possono essere pronti a queste cessioni solo quando il costo politico e psicologico del non farle diventa superiore al costo del farle perché c’è una crisi in atto, visibile, conclamata. »

PROBLEMA: Crisi economica (indotta)
REAZIONE: La gente chiede rimedi urgenti alla crisi
SOLUZIONE: Cessione di sovranità. Il popolo accetta un presidente del consiglio non eletto.

Lo stesso Monti che in linea con gli obiettivi degli speculatori  finanziari dichiaro alla CNN che “Stiamo effettivamente distruggendo la domanda interna attraverso il consolidamento fiscale.”

Nonostante la Goldman Sachs fu tra le due banche responsabili della massiccia vendita di Btp che portò all’impennata dello spread, alla caduta del governo democraticamente eletto e all’arrivo di Monti.

Goldman Sachs, era stata scelta, neanche a dirlo da Mario Monti per curare la vendita di Fintecna alla Cassa Depositi e Prestiti .

Come ringraziamento del favore fatto dal suo ex dipendente, il Professor Mario Monti, la Goldman Sachs ha venduto la bellezza del 92% delle proprie esposizioni in titoli di stato italiani.

Il dato è stato comunicato dalla Exchange Commission a cui la Goldman Sachs deve inviare trimestralmente i propri rendiconti in merito alle esposizioni verso i paesi considerati più rischiosi: Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda e ovviamente Italia.

 

Esiste un quarto uomo che ha nel suo CV (Goldman Sachs; Commissione Trilaterale; Gruppo Bilderberg) si chiama Romano Prodi.

A lui avevano evidentemente destinato la Presidenza della Repubblica.

Il piano in quel caso fallì in maniera inaspettata perchè Prodi fu impallinato dai suoi stessi uomini di partito.

Fibrillazione tra i poteri forti che non potevano accettare l’arrivo al Quirinale di un uomo da essi indipendente che si sarebbe potuto opporre ai trattati/truffa che dovevano essere firmati nei mesi successivi. Fu così che in tutta fretta ed in barba alla nostra costituzione fu deciso di riconfermare Napolitano.

Questo spiega perchè come racconta Friedman, nell’estate 2011 (dopo riunione Bilderberg), Monti corse ad incontrare Prodi anche se questi non ricopriva più incarichi politici.

La motivazione è chiara. Il primo era destinato alla Presidenza del consiglio, il secondo alla Presidenza della repubblica ed insieme avrebbero firmato i nuovi trattati europei.

Cosa firmarono nel 2011/2012 Monti e Napolitano ?

Trattati a favore delle banche e delle lobby finanziarie che avrebbero per sempre inchiodato l’Italia all’austerity:

Fiscal Compact con l’introduzione in Costituzione (modificata a nostra insaputa) del pareggio di bilancio.

Meccanismo Europeo di Stabilità (MES): 125 miliardi ad un fondo salva “stati” utilizzato sempre e solo per ricapitalizzare le banche dei paesi in difficoltà.

Semestre Europeo: stabilisce che i governi degli stati nazionali dovranno sottoporre i bilanci nazionali alla commissione e al consiglio europeo nell’aprile di ogni anno per essere esaminati e modificati.

Six Pack: Che prevede ben 6 ghigliottine tra cui la procedura per la vigilanza rafforzata sugli Stati membri e un semi-automatismo delle procedure per l’irrogazione delle sanzioni per i Paesi che violano le regole del Patto come un deposito non fruttifero pari allo 0,2% del PIL convertito in ammenda in caso di non osservanza della raccomandazione di correggere il disavanzo eccessivo.

Monti Bond: 4 miliardi di euro al MPS di Alessandro Profumo membro del Bilderberg

Perchè si voleva l’immediata destituzione dei governi in Italia e Grecia ?

Sia il Governo tecnico di Lucas Papademos in Grecia che il Governo tecnico di Mario Monti in Italia sono subentrati, senza avere alcuna legittimità, a due Governi democraticamente eletti i cui leader avevano entrambi espresso posizioni euro-scettiche.

Berlusconi aveva rifiutato gli aiuti del FMI (come riportato nel libro dell’ex primo ministro spagnolo Zapatero) e aveva minacciato di far uscire l’Italia dall’Eurozona (come confermato nel libro dell’ex banchiere centrale Lorenzo Bini Smaghi.)

Papandreu aveva invece dichiarato di voler indire referendum sull’euro.

Ma se al Bilderberg, sono state decise in segretezza le sorti dei governi di Italia e Grecia. Quando sono state comunicate le decisioni prese ai diretti interessati ?

Siamo agli inizi di Novembre del 2011 e a Cannes si tiene il G20

Tornati dal G20, inspiegabilmente Berlusconi e Papandreu lasciano a favore di un governo tecnico pur non avendo mai espresso prima la volontà di lasciare.

Ma chi sono realmente Mario Monti e Lucas Papademos? Da dove provengono? Che cosa hanno in comune? Perché le informazioni che seguono nessuno ce le ha mai fornite?

Entrambi appartengono alla plutocrazia mondiale. Entrambi sono membri della Commissione Trilaterale dello spietato uomo d’affari David Rockefeller. Monti non è soltanto un membro della Commissione, ma ne è stato il Presidente Europeo.

trilaterale

Sia Monti che Papademos appartengono anche al tanto discusso Club Bilderberg, quel Club di potenti che si riunisce in maniera non ufficiale ogni anno in una località che viene «blindata» senza la presenza della stampa. Monti è stato addirittura membro del Comitato Direttivo di questo che è considerato il più controverso Gruppo di potere del mondo ed un vero e proprio governo ombra.

 montbil

Come la pensa il fondatore di questo club ?

La sovranità sovranazionale di una elite intellettuale e di banchieri mondiali è sicuramente preferibile all’autodeterminazione nazionale praticata nei secoli passati”. David Rockefeller

david_rockefellermonti-grecia-2 

Ecco perchè con ogni probabilità è proprio durante le riunioni di queste lobbies che è stato pianificato e deciso di indurre la crisi sui mercati in modo da favorire l’arrivo di governi fantoccio che facessero gli interessi della finanza speculativa.

Questo è avvalorato dal fatto che Monti e Papademos provengono anche dalla Goldman Sachs ed abbiamo visto che ruolo ha svolto la banca americana nella crisi rispettivamente in Italia e Grecia.

In quei giorni la Goldman Sachs emise il suo diktat e, come riportato da Milano Finanza fece sapere che: «in caso di un esecutivo di centro-destra sostenuto da una coalizione più ampia, lo spread si sarebbe attestato intorno ai 400-450 punti, quindi sempre a livelli pericolosi, mentre le elezioni anticipate sarebbero state lo scenario peggiore per i mercati».

L’imposizione fu chiara: dovevamo mettere da parte la nostra democrazia e la nostra Costituzione per fare largo ai loro uomini. Ed, in effetti, è così che sono andate le cose.

Qual è stato il ruolo di Mario Draghi ? Quando è intervenuta la BCE per abbassare gli spread ?

22 dicembre 2011. Poco dopo la salita al Governo di Mario Monti la BCE adotta per la prima volta il long term refinancing operation (LTRO) o piano di rifinanziamento a lungo termine che consiste in interventi finanziari effettuati dalla Banca Centrale in diverse operazioni per un totale di mille miliardi di euro dati alle banche al solo 1% di interessi. Soldi che non verranno mai versati nell’economia reale ma solo per acquistare titoli di stato.

http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/le-longer-term-refinancing-operation193.htm

TROPPO TARDI per salvare il governo democraticamente eletto ma utile per far passare Mario Monti come salvatore della patria.

Non è un caso, che nessuna delle misure intraprese dalla troika economica abbia a che fare con interventi volti a ridimensionare questo strapotere finanziario, anzi il credito a bassissimo costo concesso dalla BCE per 1000 miliardi di euro, nonché l’utilizzo del Fondo Salva Stati (EFSF) per la capitalizzazione diretta delle banche in sofferenza, lungi dal diminuire il razionamento del credito, non fanno altro che aumentare la liquidità per nuovi fini speculativi.

Diamo uno sguardo all’ideologia della Commissione Trilaterale – nata con l’intento di riportare il dominio delle elite sui cittadini – come si evince dal contenuto di un loro manifesto dal titolo “la crisi della democrazia”.

“La democrazia è solo una delle fonti dell’autorità e non è neppure sempre applicabile. In alcuni casi si deve mettere da parte la legittimazione democratica”.

Nel manifesto a pag 161 vengono tracciate quelli che per noi sono i diritti fondamentali di uno stato democratico e che loro invece chiamano “disfunzioni della democrazia”.

Ricordiamo che la Commissione Trilaterale è stata voluta da Rockefeller della JP MORGAN la banca incriminata anch’essa per aver causato la crisi sui mercati e che recentemente ha fatto sapere che “in Europa dobbiamo stracciare le nostre Costituzioni antifasciste” Repubblica 21 Giugno 2013

Poi c’è tra i fondatori Henry Kissinger accusato di crimini contro l’umanità avendo appoggiato diversi colpi di stato militari come documentato nel libro di Hitchens “processo ad Henry Kissinger” come quello di Pinochet in Cile ai danni di Allende testimoniato da documenti declassificati e resi pubblici dal presidente Clinton.

Ma allora perchè i nostri politici entrano in queste organizzazioni ?

Romano Prodi era insieme a Monti già alla riunione del 1983 (quando Monti non aveva nessuna carica neanche alla Bocconi) a testimonianza che stavano già preparando il futuro dell’Italia da consegnare alle lobby finanziarie.

 foto locandina trilatera definitiva

E’ soltanto un caso quello di Monti e Draghi ? Vediamo cosa successe con il successivo governo.

Letta è membro della Commissione Trilaterale. Nel 2012 fu il solo politico italiano chiamato a sostituire Monti alla riunione del Bilderberg in America (non era segretario del suo partito, ne candidato alla presidenza del consiglio). Qualche mese dopo quella riunione fu scelto sempre da Giorgio Napolitano a sostituire Monti al Governo del paese. IL CERCHIO SI CHIUDE.

http://www.bilderbergmeetings.org/participants2012.html

Che i due Presidenti del Consiglio in questione si stessero organizzando potevamo già intuirlo quando, in tempi non sospetti, l’obiettivo di un fotografo catturò l’immagine di Enrico Letta in Parlamento mentre passava segretamente un vero e proprio pizzino a Mario Monti. Facendo uno zoom della foto, il fotografo riuscì a svelare il contenuto di quel messaggio:

<< Mario quando vuoi indicami forme e modi con cui posso esserti utile dall’esterno, sia ufficialmente sia riservatamente. Per ora mi sembra tutto un miracolo! Ed allora i miracoli esistono >>.

monti_letta-anteprima-400x432-520750

Enrico Letta volerà dalla Merkel il giorno dopo il suo insediamento.                                                     (entrato in carica il 29 aprile, Letta ha incontrato la cancelliera tedesca Angela Merkel il 30 aprile )

Perchè il Governo è cambiato ancora ?

I Presidenti del Consiglio imposti dalle lobby ed i loro ministri sono costretti ad adottare misure economiche impopolari ad esclusivo danno dei cittadini, questo li rende mal visti e fa crescere lo scontento popolare. Prima che la situazione diventi esplosiva, le lobby favoriscono un cambio di casacca in modo da lasciar sfiatare la protesta e permettere ai media di tenere distratta l’opinione pubblica con proclami inneggianti al cambiamento che invece sarà solo di facciata.

Matteo Renzi è volato dalla Merkel in tempi non sospetti (Luglio 2013) e senza un motivo reale (era sindaco di Firenze) ed ha poi organizzato lui stesso una riunione a porte chiuse con i membri dell’alta finanza. Il 17 Marzo tornerà dalla Merkel a sottoporgli il jobs act prima di averlo debitamente esposto agli italiani.

Il suo Ministro dell’Economia ( che come primo atto ha incontrato a porte chiuse il ministro dell’economia tedesco) è stato imposto dai potentati finanziari che hanno messo in ginocchio il paese come il Fondo Monetario Internazionale e risponde unicamente alle imposizioni della Troika. Il Ministro dello Sviluppo Federica Guidi è stato imposto dalla Commissione Trilaterale della quale è membro ufficiale.

Trilaterale, Secchi dichiara: “Dopo Prodi, Monti e Letta ora al governo abbiamo la Guidi”Il Fatto Quotidiano 25 Febbraio 2014

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/02/25/trilateral-il-presidente-italiano-dopo-prodi-monti-e-letta-ora-al-governo-abbiamo-la-guidi/893575/

IL GOLPE E’ SERVITO.

C’E’ UNA SOLA PRIORITA’ ADESSO ED E’ QUELLA DI LIBERARE IL NOSTRO PAESE DA QUESTA DITTATURA FINANZIARIA. 

DOBBIAMO RENDERE I CITTADINI CONSAPEVOLI DI QUANTO STA ACCADENDO E SOPRATTUTTO CONSCI DEL FATTO CHE LA CRISI NON E’ SUPERABILE IN QUANTO INDOTTA E FUNZIONALE AGLI INTERESSI DI CHI CI GOVERNA.

RIPRENDIAMOCI LE CHIAVI DI CASA.

FRANCESCO AMODEO

 

 

 

Annunci

5 thoughts on “CAPIRE LA CRISI: LE PROVE DEL GOLPE FINANZIARIO

  1. Quoto: “Riprendiamoci le chiavi di casa!”
    Finora l’unica vera notra difesa all’europarlamento arriva dal deputato Nigel Farage dell’UKIP.
    Prendiamone atto! Un britannico, fuori dalla Eurozona, che ha il coraggio di alzarsi e denunciare in assemblea queste cose, tra cui anche la nomina del Presidente Van Rompuy NON democraticamente eletto.
    Già lo stesso Francesco Cossiga si pentì amaramente di avere candidato Mario Draghi alla Banca d’Italia proprio per i trascorsi di Draghi alla Goldman Sachs!

    dal minuto 1 e 22 secondi in poi…

  2. grazie francesco! ci potrei mettere la mano sul fuoco che è andata così.e per svoltare l’unico strumento che abbiamo è la disobbedienza civile di massa.è l’unica cosa che temono

  3. DA NOTARE CHE SEMPRE IN TEMPI NON SOSPETTI RENZI INCONTRO’ MONTI PER ALMENO DUE VOLTE http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-03-05/colloquio-monti-renzi-incontro-173413.shtml?uuid=Ab5NOqaH , http://www.asca.it/news-Governo__pranzo_Renzi_Monti_a_Firenze__confronto_su__patto__e_riforme-1352360.html
    HA ESPRESSO CONTINUAMENTE DI VOLERE GLI STATI UNITI D’EUROPA http://www.youtube.com/watch?v=DXs8Zn3HnzE , http://www.youtube.com/watch?v=u77QNORHKRM
    HA MANIFESTATO LA VOLONTA’ DI CAMBIARE L’ART.5 DELLA COSTITUZIONE http://www.pressnewsweb.it/2014/02/sette-video-che-ci-mostrano-chi-e-e.html A SEGUITO ANCHE DELL’INTENZIONE DI SACCOMANNI DICHIARATA NELL’INTERVISTA http://www.pressnewsweb.it/2014/02/ecco-perche-renzi-vuole-cambiare-lart-5.html
    LA PRESENZA DEL SUO NOME IN UN DOCUMENTO DELLA UBS CHIAMATO A RIDURRE IL 10% DEGLI STIPENDI http://www.pressnewsweb.it/2014/02/era-tutto-scritto-ecco-le-prove_13.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...